in

XRP tocca $ 0,60 mentre le richieste di rimesse in vendita di Exchange aumentano

Alex Dovbnya

XRP ha toccato $ 0,60 per il periodo dalla fine di febbraio in un momento in crescita

Con Bitcoin ed Ethereum che oscillano appena sotto la linea piatta, la criptovaluta XRP affiliata a Ripple sta ancora una volta rubando il colpo.

Il token ha toccato il livello di $ 0,60 per la prima volta dal 23 febbraio alle 18:19 sull’exchange Binance prima di ridurre alcuni guadagni.

XRP
Immagine di tradingview.com

XRP è attualmente pari al 168% su base annua, superando sia Bitcoin che Ethereum nonostante la battaglia legale di Ripple con la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti che ha costretto più scambi, tra cui Coinbase e Binance US, a sospendere il trading XRP.

Uno sforzo guidato dalla comunità

Lo slancio che circonda la criptovaluta ha iniziato a prendere ritmo la scorsa settimana quando il giudice magistrato Sarah Netburn ha fatto un commento apparentemente casuale sull’utilità di XRP. Come riportato da U.Oggi, la SEC ha quindi cercato di convincerla che il token era fondamentalmente diverso da Bitcoin ed Ethereum con i suoi casi d’uso discutibili.

Anche se Netburn non è il giudice principale nel caso, una citazione più che sufficiente per rendere la comunità XRP eccessivamente esuberante. Inoltre, sembrano credere che sia sicuro per le piattaforme di trading statunitensi offrire XRP semplicemente perché l’avvocato della SEC Jorge Tenreiro ha affermato che solo i dirigenti di Ripple sono stati accusati di violare le leggi sui titoli.

I possessori del token stanno ora facendo pressioni sugli exchange per riprendere a fare trading con la loro campagna “RelistXRP” che è riuscita a diventare uno degli argomenti di maggior tendenza su Twitter nei Paesi Bassi, nel Regno Unito e in Australia.

Lo sforzo guidato dalla comunità è stato supportato anche dal fondatore di TechCrunch Michael Arrington.

Anche se il rally in corso è spinto da citazioni discutibili da un’udienza in tribunale, sembra che abbia gambe a differenza del pump-and-dump fabbricato il 1 febbraio che ha fatto salire e schiantare il token nello stesso giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *