in

Viene lanciato il token EEE per migliorare l’efficienza ambientale di Ethereum

Ethereum 2.0 LLP (EEE) ad alta efficienza energetica lanciato un token ERC20 per migliorare l’efficienza ambientale di Ethereum.

EEE è diventato il primo gettone da lanciare su Crypto Climate Exchange (CCX), che ha debuttato contemporaneamente. CCX è il primo scambio al mondo dedicato al finanziamento di iniziative di azione per il clima.

EEE ha stipulato un accordo con Oairo, che produce aria condizionata che riduce del 70% il consumo di energia necessario per il raffreddamento dei computer. I proventi dell’emissione del token andranno all’acquisto di unità minerarie efficienti dal punto di vista energetico e all’installazione della tecnologia Oairo. EEE fornirà anche capitale di origine per l’installazione globale dei prodotti Oairo.

L’efficienza energetica di Ethereum

Un obiettivo dichiarato del progetto EEE è stabilire standard, tecnologia e know-how ottimali per estrarre l’ETH nel modo più efficiente dal punto di vista energetico. EEE intende condividere il protocollo open source con le più ampie comunità di Ethereum e criptovalute.

Gli sviluppatori di Ethereum hanno già riconosciuto l’importanza di migliorare la sostenibilità della blockchain con lo sviluppo di Ethereum 2.0. Una delle intenzioni principali è quella di passare da un modello proof-of-work a un modello proof-of-stake, che comporterà riduzioni significative nel consumo di energia.

L’appello della Proof of Stake

Alla luce della decisione di Tesla di abbandonare i pagamenti in Bitcoin a causa di preoccupazioni ambientali, le criptovalute che utilizzano metodi più efficienti stanno venendo alla ribalta. Ad esempio, Graph Blockchain ha accreditato l’uso della proof-of-stake da parte di Cardano nel raggiungere il suo massimo storico la scorsa settimana.

Facendo presagire la mossa di Tesla, il CEO di Ripple Chris Larsen ha affermato che le esigenze ad alta intensità energetica di prove di lavoro potrebbero minacciare l’adozione delle criptovalute. Ha sostenuto che tutte le criptovalute migrino verso meccanismi di consenso meno energivori, ad esempio proof-of-stake.

Disclaimer

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo di informazione generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore sulle informazioni trovate sul nostro sito Web è rigorosamente a proprio rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *