in

Uno studio del MIT rivela un calo del costo delle batterie agli ioni di litio nell’ultimo decennio

I ricercatori hanno lottato a lungo con la nuova tecnologia della batteria, ma non sono riusciti a rilasciare nulla per immagazzinare più energia, caricare più velocemente o durare più a lungo prima che la sua capacità si deteriora. Tuttavia, non possiamo negare il fatto che le batterie agli ioni di litio sono diventate molto più economiche da produrre se le confrontiamo con il processo di dieci anni fa.

I consumatori di solito lamentano che la tecnologia delle batterie non possa migliorare il modo in cui altri come la potenza di calcolo che è migliorata sorprendentemente negli ultimi decenni. Le batterie, invece, sono migliorate in modo insignificante. Il vero problema che abbiamo riscontrato in questi giorni è con la crescita innescata di dispositivi mobili, soluzioni di storage di rete e auto elettriche e non siamo in grado di soddisfare l’attuale domanda di tutti questi dispositivi.

Un fattore che contribuisce è il prezzo. È direttamente correlato ai materiali necessari per realizzare queste batterie. Il più costoso di questi materiali è il catodo: litio, nichel, manganese e cobalto. Ma dipende anche in gran parte dalla chimica richiesta della batteria. Dipende anche dalla longevità, che può variare da poche centinaia di cicli di carica a qualche migliaio. Pertanto, non esiste una soluzione chiara per migliorarlo, ma per compromettere la velocità di ricarica e la densità di energia.

Una recente analisi dei ricercatori del MIT mostra che il costo complessivo delle batterie ricaricabili agli ioni di litio è diminuito bruscamente negli ultimi tre decenni. Si è ridotto del 97% con l’introduzione commerciale di batteria agli ioni di litio design, che è una riduzione paragonabile a quella del costo delle celle fotovoltaiche utilizzate nei pannelli solari.

L’importante è che questo calo di prezzo sia stato più rapido rispetto a quanto stimato in precedenza. Questo è forse il motivo per cui varie case automobilistiche hanno iniziato a produrre auto elettriche. Anche Volkswagen e molti altri stanno cercando di stabilire batteria fabbriche e sperimentare nuovi formati di batterie.

La maggior parte dei dati pubblicati sull’argomento della riduzione dei costi nelle celle delle batterie al litio hanno generalmente portato a risultati contrastanti e molti non li hanno presi in considerazione come miglioramenti di peso e volume. Ebbene, nel complesso si potrebbe concludere che questi parametri batteria agli ioni di litio La tecnologia è stata adottata non essenzialmente perché era meno costosa, ma perché consentiva di realizzare dispositivi portatili, veicoli elettrici con autonomia di guida ottimizzata e soluzioni di accumulo di rete per l’energia solare ed eolica in eccesso.

Produzione di batterie agli ioni di litio

I ricercatori hanno evidenziato che i risultati non riguardano semplicemente il “ripercorrere la storia dello sviluppo delle batterie”, ma potrebbero anche elaborare un quadro più chiaro della sua traiettoria e di quanto potenziale è ancora esistente per migliorare e ridurre il costo delle tecnologie agli ioni di litio. Dà un po ‘di credibilità a Elon Musk Richiesta 2170 celle agli ioni di litio realizzate da Panasonic per le auto Tesla 3 e Model Y potrebbero vedere miglioramenti della densità energetica del 50% o più nei prossimi cinque anni.

Quando si tratta di prezzi, batteria agli ioni di litio i pacchetti costano $ 1.183 per chilowattora nel 2010. È sceso a $ 137 per chilowattora nel 2020. Diversi analisti ritengono che l’adozione di veicoli elettrici sarà influenzata dalla velocità con cui il costo di queste batterie scende al di sotto della soglia dei 100 dollari.

Essendo ottimisti, possiamo aspettarci che ciò diventi realtà entro il 2025, quando la capacità di produzione delle batterie agli ioni di litio aumenterà del triplice e il prezzo per chilowattora sarà sceso a $ 93.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *