in

Una nuova petizione sollecita il presidente della SEC, Gary Gensler, ad abbandonare la causa contro Ripple

Alex Dovbnya

L’esercito XRP sta già cercando di corteggiare Gary Gensler anche prima della sua conferma

Il fondatore di Crypto & Policy Thomas Hodge ha creato una petizione Change.org ciò spinge Gary Gensler, che sarà probabilmente confermato come prossimo presidente della US Securities and Exchange Commission, a ritirare la causa campione d’incassi contro la società di registro distribuito Ripple:

Porre fine alla causa contro Ripple e impedire alla SEC di inventare regole sulla criptovaluta attraverso azioni legali invece di scrivere correttamente queste regole, con il contributo pubblico e la partnership con il Congresso degli Stati Uniti.

Hodge accusa l’agenzia di aver tentato di mettere a tacere le voci di XRP mentre spingeva una cospirazione infondata sull’ex capo della SEC Jay Clayton e William Hinman, l’ex direttore della divisione delle finanze delle società dell’agenzia, promuovendo gli interessi della Cina.

Afferma che Gensler deve sedersi con i detentori del controverso token e ascoltare le loro “storie”:

Gary Gensler deve porre fine a questa pratica di fare politica attraverso cause legali, sedersi con gli stessi titolari di XRP e ascoltare le loro storie.

La petizione ha raccolto finora 693 firme dal suo lancio.

Un lungo colpo

Come riportato da U.Today, il CEO di Ripple Brad Garlinghouse, che funge anche da imputato nella causa, ha affermato che sperava di “rivedere” le conversazioni di insediamento con Gensler la cui nomina deve ancora essere confermata dal Senato al completo.

Nel 2018, Gensler ha affermato che XRP era “una sicurezza non conforme”. Resta da vedere se da allora le sue opinioni sono cambiate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *