in

Un legislatore intende vietare i videogiochi violenti in Illinois –

Esiste ancora un dibattito sui videogiochi viziosi e sul loro presunto legame con i crimini della vita reale. In Illinois, un rappresentante di uno stato democratico sta cercando di vietare la vendita di titoli come Grand Theft Auto V. Sostiene che il loro tema è un’ondata di furti d’auto e altri crimini violenti a Chicago e in qualsiasi altra parte dello stato.

Secondo il Chicago Sun-Times rapporti, rappresentante. Marcus Evans Jr. presenta un emendamento a una legge del 2012 a vietare i videogiochi violenti dalla vendita ai minori. Tale legge sarà modificata dalla House Bill 3531, che vieta la vendita e il noleggio di tutti i “videogiochi violenti” in Illinois.

Secondo la definizione di questo disegno di legge, un gioco violento “consente a un utente o giocatore di controllare un personaggio di un videogioco incoraggiato a perpetuare la violenza da uomo a uomo in cui il giocatore uccide o provoca in altro modo gravi danni fisici o psicologici a un altro essere umano oa un animale.” Forse comprende circa il 90 percento dei titoli in circolazione.

Inoltre, per aggiungere il furto d’auto, gli emendamenti mirano a cambiare la definizione di “danno fisico grave”. A Chicago, per tutto gennaio, si sono verificati 218 episodi di furto d’auto registrati dalla polizia. Secondo Evans, “Il disegno di legge proibirebbe la vendita di alcuni di questi giochi che promuovono le attività di cui soffriamo nelle nostre comunità”.

Grand Theft Auto V, un secondo videogioco più venduto dietro Minecraft, è stato evidenziato come un’influenza malvagia. Early Walker, che ha avviato l’operazione Safe Pump per fermare il furto d’auto nei centri commerciali e nelle stazioni di servizio, afferma di aver contattato vari legislatori statali per limitare il gioco quando ha osservato somiglianze tra il modo in cui viene fatto il furto d’auto nel gioco e la vita reale.

Secondo Walker, “Sento che questo gioco è diventato un grosso problema in questo spettro quando si confrontano i due, si vedono dure somiglianze in relazione a questi furti d’auto”.

Ai sensi di questo disegno di legge verrà addebitata una multa di $ 1000 a chiunque venda o noleggi un gioco violento in Illinois.

Animal Crossing ha la pesca al suo interno - BANDI QUESTA SPORCA!

Il punto vietare i videogiochi violenti è stato sollevato dal massacro di Columbine del 1999, che è stato anche attribuito ai videogiochi. Le famiglie che hanno perso i loro cari nella sparatoria hanno cercato di intentare una causa contro molte società di giochi, ma la causa è stata respinta.

Anche se numerose studi non hanno rivelato alcuna connessione tra giochi violenti e comportamenti violenti, sono ancora accusati di molte questioni sociali. Anni fa, nel 2018, un rappresentante del Rhode Island intendeva tassarli e, nel frattempo, la Casa Bianca ha anche compilato contenuti video per dimostrare la violenza nei giochi. Inoltre, sembra che al presidente Biden non piacciano i videogiochi.

Ebbene, non è facile vietare i videogiochi violenti in Illinois. Nel 2011, la Corte Suprema degli Stati Uniti considerato videogiochi come libertà di parola, ponendo fine a una legge californiana che limitava i titoli violenti ai minori.

“Come i libri, le opere teatrali e i film protetti che li hanno preceduti, i videogiochi comunicano idee – e anche messaggi sociali – attraverso molti dispositivi letterari familiari (come personaggi, dialoghi, trama e musica) e caratteristiche distintive del mezzo (come l’interazione del giocatore con il mondo virtuale “, ha scritto il giudice della Corte Suprema Scalia. “Questo è sufficiente per conferire la protezione del Primo Emendamento.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *