in

Ron Paul: lascia che Bitcoin competa con il dollaro

L’ex membro del Congresso degli Stati Uniti e candidato presidenziale Ron Paul afferma che il bitcoin (BTC) dovrebbe essere autorizzato a competere con il dollaro.

Prima di partecipare a una conferenza sui bitcoin alla fine di questa settimana, Ron Paul ha fatto un aspetto su Kitco News discutendo le sue opinioni sulla criptovaluta. Sebbene più esperto di metalli preziosi, ha evidenziato diversi paralleli tra l’oro fisico e quello digitale.

In definitiva, crede che le criptovalute dovrebbero essere in grado di competere con il dollaro USA come valuta ampiamente accettata.

In primo luogo, Paul ha menzionato un atto legislativo introdotto nel Congresso degli Stati Uniti che consentirebbe l’audit della Federal Reserve. Ha quindi sottolineato un altro atto legislativo che “eliminerebbe le leggi sul corso legale”. Sono queste leggi che danno alla Federal Reserve il dominio esclusivo per emettere moneta a corso legale.

Paul ritiene che le persone dovrebbero essere in grado di utilizzare qualsiasi valuta che ritengono abbia valore, affermando che il suo obiettivo è “aiutare a legalizzare la concorrenza”. Tuttavia, ha poi sottolineato che è improbabile che la Federal Reserve rinunci al suo monopolio sull’emissione di valuta. Ha osservato che “i governi nel corso dei secoli sono stati notoriamente molto ansiosi di avere il controllo del denaro”.

Bitcoin come valuta

Un altro suggerimento che Paul ha avanzato, oltre a rimuovere l’esclusività del dollaro come moneta a corso legale, è stato quello di aumentare l’oro e il bitcoin. Ha detto che attualmente se acquisti e poi vendi oro o bitcoin, sei tassato sul profitto. Questo non accade nel caso del dollaro, ha sottolineato.

“Se hai comprato un dollaro un anno fa, ed è sceso del 10%, non puoi subire una perdita perché il tuo dollaro ha perso valore”, ha detto.

Pur riconoscendo che, con il cambio, altre valute possono competere con il dollaro, non è così a livello nazionale. Paul ha poi fatto riferimento a un aneddoto durante una delle sue campagne presidenziali. I suoi sostenitori hanno progettato una moneta che hanno chiamato “Ron Paul Dollar”.

Paul afferma che in seguito si sono messi nei guai per aver usato il termine “dollaro”, perché “questo stava invadendo il controllo monopolistico del denaro”.

Mettere fuori legge l’oro

Verso la fine dell’intervista, Paul ha fatto luce sulla sua esperienza con l’oro, confrontando una situazione fattibile che potrebbe accadere con bitcoin. Ha ricordato che il presidente degli Stati Uniti Roosevelt, nel tentativo di aumentare il valore del dollaro durante la Grande Depressione, aveva reso impossibile acquistare oro.

Paul ha insinuato che ciò potrebbe potenzialmente accadere anche con bitcoin, se la Federal Reserve avesse ritenuto che il loro monopolio fosse minacciato. Il miliardario Ray Dalio aveva fatto un’implicazione simile in precedenza, dicendo: “Il rischio più grande di Bitcoin è il suo successo”.

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito Web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore sulle informazioni trovate sul nostro sito Web è strettamente a proprio rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *