in

Riot Blockchain Mining Giant acquisisce la principale società di hosting BTC Whinstone per $ 651 milioni

Yuri molchan

Il principale minatore di Bitcoin negli Stati Uniti Riot sta per acquistare la più grande struttura di hosting BTC degli Stati Uniti per diventare il principale fornitore di servizi di mining globale

UN comunicato stampa afferma che la principale società di mining di Bitcoin con sede negli Stati Uniti, Riot, sta concludendo un accordo da $ 651 milioni per acquisire Whinstonela più grande struttura di hosting BTC del Nord America.

Ciò consentirà a Riot di trasformarsi in uno dei principali miner di criptovalute a livello mondiale.

L’acquisto di Whinstone è trasformativo per Riot

Secondo il comunicato stampa, Riot Blockchain ha firmato tutta la documentazione necessaria per acquistare Whinstone, insieme a tutte le sue attività, per un importo totale di circa $ 651 milioni in azioni Riot, inclusi $ 80 milioni in contanti.

Il prezzo delle azioni Riot alla recente chiusura è stato di $ 48,37.

L’acquisto di Whinstone dovrebbe essere un punto cardine per Riot e gli azionisti della società poiché l’acquisto di questa azienda consentirà a Riot di trasformarsi nella più grande entità pubblica di mining e hosting di BTC del Nord America.

Ecco perché Riot sta cercando Whinstone

Whinstone si trova in Texas. Il team leader del settore dell’azienda dovrebbe accelerare l’espansione di Riot nel settore del mining di Bitcoin. Il team di Whinstone è composto da circa un centinaio di dipendenti che hanno creato un’azienda leader a pieno titolo in appena un anno.

La capacità di potenza totale di Whinstone è di 750 MW e al momento sono in fase di sviluppo 300 MW.

Whinstone è la struttura più grande del Nord America per l’estrazione di BTC. Al momento l’azienda ha come clienti tre istituti finanziari. Guadagna anche una parte delle sue entrate fabbricando e implementando la tecnologia di raffreddamento a immersione per l’estrazione di criptovalute.

Nel 2020, Whinstone è stata acquisita da Northern Data AG e, dopo l’accordo con Riot, possiederà circa il 12% delle azioni di Riot.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *