in

Ponti di Ethereum: sono la soluzione di scalabilità blockchain?

Le reti blockchain sono fantastici libri mastri digitali che offrono varie forme di libertà finanziaria. Bitcoin (BTC), ethereum (ETH) e cardano (ADA), tra le altre criptovalute, portano ciascuno qualcosa di unico nel settore. Tuttavia, uno dei maggiori difetti della blockchain è la sua mancanza di interoperabilità.

Il processo di utilizzo di una risorsa su un’altra blockchain è quasi impossibile, costringendo gli utenti a gestire le coppie di trading e le commissioni di transazione.

Con l’ascesa della finanza decentralizzata e le numerose varianti di progetti che offrono nuove idee, questa mancanza di interoperabilità rappresenta un ostacolo significativo. Fortunatamente, c’è una via d’uscita sotto forma di ponti blockchain.

Cos’è un Blockchain Bridge?

Un bridge blockchain consente l’utilizzo di una risorsa su un’altra blockchain. Beh, più o meno.

Supponi di essere sulla rete Ethereum, ma le commissioni di transazione sono ridicolmente alte. Invece di stringere i denti e pagare le tasse, un bridge blockchain consentirebbe che la transazione avvenga su una rete più economica, come Tron. Se Ethereum è congestionato, il bridge consentirà anche una transazione più veloce.

Un tale concetto è ideale per gli sviluppatori di dApp. I bridge significano che possono utilizzare i vantaggi di una rete popolare, come Ethereum, senza soffrire dei suoi problemi di scalabilità e costi.

I bridge portano consapevolezza anche sull’altra blockchain, quella in cui vengono elaborate le transazioni.

Ora, vale la pena notare che in realtà non stai inviando Ethereum a Tron (TRX). Piuttosto, l’ethereum che stai “inviando” è effettivamente bloccato all’interno della rete.

Quindi, il ponte conterà un uguale valore di gettoni modificati su Tron. Puoi usare quei gettoni su Tron come desideri e, quando hai finito, il tron ​​creato verrà bruciato e verrà rilasciata la quantità equivalente di ethereum.

I bridge sono fondamentali quando si tratta di transazioni più piccole. Le piattaforme di gioco basate su Ethereum, ad esempio, potrebbero generare rapidamente vincite su una blockchain separata e quindi rilasciare l’importo equivalente su Ethereum.

Ciò sarebbe più economico e più veloce rispetto all’utilizzo della rete congestionata di Ethereum, incoraggiando più utenti a partecipare al gioco d’azzardo e ad altre attività.

La scalabilità problem

Le reti di grandi dimensioni come Ethereum sono costantemente congestionate dall’elevata attività. La convalida delle transazioni richiede più tempo, il che significa che gli utenti sono bloccati in attesa e pagano commissioni elevate.

I bridge scelgono di risolvere il problema della scalabilità, poiché il carico di molte transazioni più piccole (tramite giochi e operazioni NFT, ecc.) Viene sollevato dalla catena principale di Ethereum.

Questo perché gli utenti avranno tutti i tipi di reti da utilizzare, utilizzando dApp su EOS e Bitcoin invece di tutti che intasano Ethereum.

Ponti blockchain

Esistono già alcuni ponti blockchain. Ecco una ripartizione:

Protocollo NEAR

Il protocollo NEAR ha recentemente rilasciato il suo Rainbow bridge, collegando Ethereum e le varie reti blockchain del progetto.

NEAR è una rete proof-of-stake che spera di trarre vantaggio dalla mania NFT. Consente agli sviluppatori di creare applicazioni decentralizzate uniche, alimentate da NFT su una piattaforma separata da Ethereum, sebbene il Rainbow bridge assicuri che gli utenti di Ethereum possano trarre vantaggio da tale offerta.

Grazie al bridge, gli sviluppatori NEAR non devono preoccuparsi di una piccola base di utenti. Possono utilizzare i titolari di token Ethereum, nonché far crescere la propria base di utenti sulla piattaforma NEAR.

Telegram Open Network (TON)

TON è un progetto multi-blockchain basato su ERC-20 che fornisce tutti i tipi di servizi ai propri clienti. Considerando che TON può supportare milioni di transazioni al secondo, affermano che questo è il bridge Ethereum più veloce esistente.

In tal caso, le dApp Ethereum avranno trovato uno dei modi più veloci per interagire con i propri utenti. Un potenziale milione di transazioni al giorno mette Ethereum alla velocità di Visa e di altri metodi di pagamento consolidati.

Quella velocità è grazie alle “catene di lavoro” di TON, essenzialmente una tonnellata di sidechain che gestiscono le transazioni e altri aspetti della blockchain.

Con tutto quel potere di convalidare le transazioni in una volta, non dovrebbe sorprendere se TON può sostenere la sua parola.

Hanno anche appena lanciato resa agricola con coppie diverse.

Polkadot (DOT)

Probabilmente uno dei progetti di bridge blockchain più noti, Polkadot supporta più bridge blockchain per reti come Bitcoin, Ethereum ed EOS.

Gli sviluppatori possono creare dApp su sidechain note come “parachain”, ciascuna con il proprio token. Questi token sono tutti interoperabili e le parachain possono connettersi a token esistenti come bitcoin ed ethereum.

L’obiettivo è creare un ecosistema di dApp al servizio di tutti i tipi di casi d’uso, diventando la rete blockchain più interoperabile esistente.

Valanga (AVAX)

Avalanche è una piattaforma DeFi e lo scambio di progetti crittografici più piccoli e più recenti può elencare i loro token. È costruito su uno standard ERC-721 e fa da ponte con Ethereum grazie a ChainSafe, i creatori di un “ponte blockchain multidirezionale”.

È interessante notare che il ponte AVAX prende il tuo ethereum e lo trasforma in un ethereum avvolto (WETH). Quindi conia il gettone pertinente su Avalanche. Considerando che varie dApp saranno costruite su AVAX, utenti e sviluppatori possono sfruttare appieno la potenza di Ethereum.

Vantaggi del bridge

L’interoperabilità è sempre stata un problema nello spazio blockchain e non ci sono ancora molte soluzioni. Sebbene siano ancora all’inizio, i bridge mirano a essere quella soluzione.

Dopotutto, nessuna rete blockchain è perfetta. La possibilità di scambiare reti e godere dei vantaggi di tutti è un futuro piuttosto eccitante per questa tecnologia.

Disclaimer

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo di informazione generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore sulle informazioni trovate sul nostro sito Web è rigorosamente a proprio rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *