in

Più che altro, questo è ciò di cui ha bisogno Ethereum per un buon giugno

Le metriche on-chain e gli sviluppi fondamentali sono stati un faro di speranza per la maggior parte dei possessori di Ethereum nel 2021. Ogni volta che i prezzi hanno subito un calo, gli speculatori si sono orientati verso la sua funzionalità coerente, e giustamente.

Ethereum è stato in prima linea in molte criptovalute nel corso degli anni, portando lo spazio a nuovi livelli e meritato riconoscimento. Eppure, è importante capire e confrontare se questi sviluppi sulla catena aiutano o meno il recupero del prezzo.

Ethereum on-chain – Preparare la base?

È ipocrita ignorare completamente le caratteristiche on-chain di Ethereum. In uno dei nostri articoli recenti, abbiamo illustrato come alcuni dei fattori siano attualmente sottoposti a un nuovo test, uno sviluppo che potrebbe suggerire che il fondo sia arrivato.

Fonte: Santiment

In questo momento, anche uno dei principali grattacapi associati ai costi di rete viene minimizzato. La rete di ETH ha attualmente le commissioni di transazione più basse dal gennaio 2021, qualcosa che potrebbe spingere più utenti a utilizzare nuovamente la rete regolarmente. Sebbene le tariffe basse siano un buon segno, è anche un’indicazione che Polygon e Binance Smart Chain stanno assorbendo una parte dell’attività di ETH.

Tuttavia, gli utenti hanno continuato a immagazzinare valore sulla rete ETH, quindi l’importanza della più grande rete di altcoin del mondo non svanirà presto.

Fonte: etherscan.io

Inoltre, Ether’s utilizzo della rete è rimasta elevata e le correzioni dei prezzi non hanno alterato il suo corso. Quindi, a lungo termine il valore dell’ETH dovrebbe essere sicuro e salutare, giusto? Tecnicamente sì.

Eppure, i cripto-investitori sono spesso individui volubili, quindi anche l’azione dei prezzi a breve termine è piuttosto significativa per la loro crescita. È qui che entrano in scena i trader di derivati.

Parlando del fattore di movimento dell’ago

La maggior parte dei trader effettua scambi in entrata e in uscita di criptovalute e anche il loro impatto sul mercato è evidente. Quindi, quando il mercato attraversa un periodo di liquidazione ribassista significativo, la loro importanza potrebbe entrare in scena anche in una prospettiva di ripresa.

Questo non è stato il caso di Ethereum negli ultimi tempi.

Fonte: Skew

Secondo Skew, la volatilità realizzata di ETH ha avuto la precedenza sulla volatilità implicita, indicando un periodo di raffreddamento. Da una prospettiva rialzista a breve termine, questa potrebbe non essere una buona notizia. La volatilità ha collettivamente spinto il mercato verso il basso e la sua ripresa dipende anche da un po’ di imprevedibilità.

Tuttavia, gli attuali trader di opzioni sono preoccupati e sono timidi.

Fonte: Skew

Anche la maggior parte del volume delle opzioni è destinata a contratti di put, ma l’aspettativa di prezzo è molto limitata all’intervallo. Un’importante conclusione che si dovrebbe trarre da qui è il fatto che questi trader sono molto influenti quando si tratta di movimenti di prezzo a breve termine.

Giugno sarà un no-show?

È come fare uno scatto al buio in questo momento. Non c’è certezza con il mercato poiché le condizioni instabili continuano ad estendersi. Attualmente, Ethereum sale ai suoi precedenti livelli di ATH ha una probabilità inferiore al 5% a giugno. Quindi, è sicuramente necessaria una spinta volatile perché i miglioramenti sulla catena non premono il grilletto.


Iscriviti al nostro Newsletter


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *