in

Perché un gruppo di difesa chiede a Mark Zuckerberg di non creare una versione di Instagram per bambini?

Giovedì, un gruppo di difesa ha chiamato Mark Zuckerberg per non ideare una versione di Instagram per bambini. Il gruppo ritiene che non sia sicuro creare un’app per bambini sotto i 13 anni in quanto non sarà meno di un “grande rischio”.

Il proprietario di Facebook aveva precedentemente annunciato che la società ha in programma di lanciare una versione di Instagram per bambini poiché non riesce a risuonare con alcuni utenti più giovani.

La campagna per un’infanzia senza pubblicità (CCFC) scrive una lettera al CEO di Facebook in un momento in cui il più grande social network è oggetto di critiche globali. La piattaforma sta attualmente criticando per aver esposto i bambini a informazioni errate e inappropriate.

Tuttavia, la società di social media non ha risposto prontamente a una richiesta di commento di Reuters.

Secondo CCFC, l’app per la condivisione di foto sfrutta la paura dei bambini di essere offline mentre controllano incessantemente i loro dispositivi per chiedere l’approvazione e caricare le immagini. La campagna adotta inoltre che la piattaforma enfatizza l’aspetto e il posizionamento di sé che rappresenterebbero una sfida per il benessere e la privacy dei giovani.

La lettera afferma:

“Sebbene la raccolta di preziosi dati sulla famiglia e la coltivazione di una nuova generazione di utenti di Instagram possa essere un bene per i profitti di Facebook, probabilmente aumenterà l’uso di Instagram da parte dei bambini che sono particolarmente vulnerabili alle funzionalità di manipolazione e sfruttamento della piattaforma”.

La campagna per un’infanzia senza pubblicità (CCFC) è dedicata a porre fine al marketing mirato ai bambini. Ritiene che questo tipo di marketing (con un tempo di visualizzazione eccessivo) possa danneggiare sviluppo mentale e fisico dei bambini e metterli a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *