in

Perché il CTO di Ripple ha incassato le sue partecipazioni in Bitcoin?

Il mercato delle criptovalute si è ripreso ultimamente, con molte persone ora fortemente interessate a come possono sfruttare le loro posizioni nel mercato. David Schwartz, il Chief Technology Officer di Ripple, ha recentemente deciso di sfatare alcuni miti che hanno circondato il mercato, specialmente quando si tratta di HODLing.

Il CTO twittato,

“Continuo a sentire che non puoi perdere soldi se non vendi. Non ha senso e deve essere messo a morte per sempre. In prima approssimazione, chiunque abbia $ 500 può scambiarlo per $ 500 di criptovaluta. Chiunque abbia $ 500 in criptovaluta può scambiarlo per $ 500 “.

Secondo Schwartz, non c’è molta differenza tra le persone che detengono fiat o criptovalute per un importo uguale. I trader, ha detto, spesso fraintendono le dinamiche di mercato trattenendo le criptovalute anche quando il valore stava diminuendo. Schwartz chiamato è assurdo e ha notato che questo, in effetti, significa che stai perdendo soldi.

“Quindi, se hai acquistato criptovalute per un valore di $ 1.000 e il suo prezzo è sceso a $ 500, sei passato da non migliore e non peggio di qualcuno con $ 1.000 a non meglio e non peggio di qualcuno con $ 500. Dire che questo non è perdere soldi è completamente assurdo. “

Il CTO ha sostenuto la sua affermazione sostenendo che ha praticato la riduzione dei rischi per Bitcoin e ha venduto l’importo investito dal profitto che ha realizzato fino ad ora. Schwartz aggiunto,

“Questo è quello che ho fatto con il mio Bitcoin. A $ 100, a $ 250, a $ 750, a $ 2.500, a $ 7.500, a $ 20.000 ea $ 50.000. Ora è a $ 63.000 e mi è rimasto circa il 2%. “

Tuttavia, con il valore di Bitcoin che è salito di recente fino a toccare un nuovo massimo storico, ci sono stati alcuni rimpianti per aver venduto la moneta prima. Lo è, come Schwartz disse, “Lo svantaggio della riduzione del rischio”.

C’è stato molto clamore intorno alla crittografia di HODLing, ma senza realizzare un profitto, molti trader alla fine mettono i loro investimenti nel terreno. Secondo il dirigente, tale partecipazione avrebbe senso se gli utenti si concentrassero sull’opportunità al rialzo e si sentissero a proprio agio con i rischi. Tuttavia, coloro che credono che “vendere sia egoista o un segno di debolezza” devono essere corretti, ha detto.

Mentre Schwartz si è pentito di aver venduto il suo Bitcoin, alcuni nella comunità si sono affrettati a ricordargli la perdita di $ 90 milioni che ha subito chiudendo la sua posizione in Ethereum. Poco meno di 24 ore fa, il mercato delle criptovalute ha visto un grande aumento di valore e la seconda più grande criptovaluta ha raggiunto il massimo storico di $ 2.487 nelle classifiche.

Commentando di aver preso la strada più sicura, Schwartz ha risposto affermando che la vendita è stata “un errore”.


Iscriviti al nostro Newsletter


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *