in

Per includere le specifiche della GPU della serie GeForce RTX 30, Nvidia ha bisogno di OEM di laptop –

La filosofia unica di Nvidia per quanto riguarda il marchio della GPU per laptop GeForce RTX serie 30 è un risultato per i giocatori. Non sarà facile nemmeno per gli OEM che ti terranno felicemente all’oscuro di quale variante stai acquistando con un laptop specifico.

GPU GeForce RTX serie 30 è ora disponibile in varie configurazioni, rendendo molto più difficile distinguere per un utente comune. Ricorda, stiamo parlando di oltre 70 diversi modelli di laptop con diverse fasce di prezzo.

Aiutando i potenziali acquirenti a fare scelte basate sul marchio fornite sulle pagine dei prodotti degli OEM di laptop, in passato Nvidia ha utilizzato un approccio accettabile. Sebbene ci siano ancora varie sotto-varianti tra cui scegliere, le persone che cercano versioni a bassa potenza potrebbero scegliere “Max-Q” nel nome, mentre quelle pazze per le migliori prestazioni sceglierebbero per le versioni “Max-P”.

Con i laptop di quest’anno, l’azienda ha creato confusione mettendo lo stesso nome a tutte le varianti della GPU della serie RTX 30. Ha spiegato questa mossa dicendo che ha ottimizzato tutti i laptop contemporaneamente utilizzando le nuove GPU. Tuttavia, Nvidia ora lo farà costringere tutte le aziende che vendono questi laptop devono essere più trasparenti quando si tratta dei loro sottosistemi grafici.

Inoltre, Nvidia ha incoraggiato i produttori a menzionare gli orologi e il consumo energetico nelle pagine dei loro prodotti e richiede loro di accertarsene. Tuttavia, possono ancora utilizzare il marchio Max-Q a causa di molti motivi, come indicare il supporto per Dynamic Boost 2.0, Advanced Optimus e Whisper Mode 2.0

Per mostrare le differenze nella velocità di clock e nel consumo energetico totale, molti elenchi di laptop della serie RTX 30 sono in attesa di essere aggiornati. Produttori come Asus, Razer, Acer, MSI, Origin, Alienware e Gigabyte hanno già aggiornato le loro pagine dei prodotti. Così le cose stanno andando per il verso giusto per i consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *