in

Per aiutare i detenuti ad adattarsi nuovamente alla società, Facebook sta testando l’app Re-Entry

Secondo molti rapporti, Facebook sta testando un’applicazione sviluppata con l’intenzione di aiutare i detenuti che vengono dimessi dal carcere a tornare nella società. La piattaforma denominata l’app Re-Entry sembra far parte dei tentativi di Facebook di generare più prodotti destinati alle società emarginate.

Secondo un rapporto diffuso da Bloomberg, le promozioni per l’applicazione dei social media sono arrivate in cima a molti feed di Instagram ieri, forse quelle erano lì involontariamente.

Inoltre, l’annuncio ha garantito il supporto con

“Prepararsi per la vita dopo il carcere con il sostegno della comunità”.

Agli utenti è stato chiesto di toccare la promozione per accedere immediatamente all’app Re-Entry e inviare il proprio feedback.

Secondo una dichiarazione di una portavoce di Facebook,

“Abbiamo esplorato diversi modi per aiutare a colmare le lacune affrontate dalle comunità emarginate nelle nostre app, questo era inteso solo come un test interno e abbiamo rimosso l’avviso non appena abbiamo appreso che è stato brevemente eseguito esternamente”.

Diversi stati non consentono ai detenuti di accedere ai social media o di pubblicare dettagli sulle piattaforme. Ce ne sono un paio come Alabama e Iowa, che limitano la capacità di terze parti come amici e parenti di pubblicare post per conto dei detenuti.

Tuttavia, secondo la dichiarazione del CEO di Facebook Mark Zuckerberg lo scorso giugno, desiderava che Facebook iniziasse a “creare prodotti per promuovere la giustizia razziale”.

Allo stesso tempo, l’app di social media per la condivisione di foto di proprietà di Facebook, Instagram, ha sviluppato un file Equity team l’anno precedente con l’intenzione di svilupparsi

“Nuove funzionalità che rispondono ai requisiti delle comunità svantaggiate.”

È possibile che una domanda per ex detenuti provochi qualche disaccordo. Tuttavia, Facebook fa esperimenti regolari con approcci innovativi che non raggiungono mai la fase finale del prodotto o finiscono per essere radicalmente nuovi rispetto al concetto originale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *