in

“Non ho intentato una causa contro Ripple”

immagine dell'articolo

Alex Dovbnya

Mike Novogratz si è scontrato con la comunità XRP dopo aver messo in discussione il rally del token

Mike Novogratz, CEO di Galaxy Digital ha difeso i suoi commenti su XRP dopo aver ricevuto respingimenti dalla comunità del token.

In una recente intervista a Bloomberg, il miliardario ha nominato Dogecoin come esempio di schiuma al dettaglio. Come riportato da U.Today, il meme coin è riuscito a entrare nella top 5 di CoinMarketCap il 16 aprile.

Novogratz ha anche affermato che il rally XRP non aveva senso per lui dal momento che il suo emittente, Ripple Labs, è stato citato in giudizio dalla Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti:

La loro moneta è passata da $ 0,40 a $ 1,60 in un mese. Non ha molto senso per me.

L’avvocato John E. Deaton, che sta guidando lo sforzo della comunità XRP di intervenire nella battaglia legale di Ripple con la SEC, ha avvertito Novogratz che Ethereum potrebbe finire per essere il prossimo obiettivo dell’agenzia.

In risposta, Novogratz afferma di essere in realtà uno dei principali azionisti di Ripple e non stava semplicemente riuscendo a capire l’ondata della controversa criptovaluta:

Ragazzi. Non sono la SEC. Non ho intentato una causa contro Ripple. In effetti sono un grande azionista di Ripple sin dal primo giorno. La SEC ha già affermato che ETH non è un titolo. Capisco perché $ eth è in movimento. Non ricevo l’aumento di $ XRP. Cosa c’è di così difficile da capire?

Lo stato di sicurezza di Ethereum rimane nel limbo

La comunità XRP si è affrettata a sottolineare che la SEC doveva ancora determinare lo stato di sicurezza di Ethereum.

Infatti, Dugan Bliss, consulente legale senior presso la SEC, ha recentemente chiarito che l’agenzia non aveva preso una posizione ufficiale sulla questione.

Quindi voglio chiarire che questa è la mia comprensione della situazione attuale e non voglio essere eccessivamente tecnico, ma la SEC stessa, la mia comprensione, non ha preso una posizione ufficiale. Non è necessaria alcuna azione per dire che Bitcoin non è una sicurezza, Ether non è una sicurezza.

Resta da vedere se il presidente della SEC Gary Gensler ha cambiato la sua opinione sulla questione dopo aver detto al New York Times che c’era una forte ragione per Ether e XRP da classificare come titoli non registrati durante il suo Intervista 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *