in

MyHeritage introduce “Deep Nostalgia” che ha dato vita a vecchie foto

La tecnologia Deepfakes ha ricevuto molte critiche, dall’offensiva necessaria al mettere le parole in bocca ai politici, tuttavia può essere utilizzata per intenzioni buone, anche se leggermente inquietanti. Ad esempio, MyHeritage utilizza uno strumento basato su Al per animare le immagini di parenti morti molto tempo fa.

Il servizio chiamato “Nostalgia profonda“Consente agli utenti di caricare una foto di qualsiasi persona o persone in modo che possano essere portati in vita utilizzando Al concesso in licenza dalla società israeliana D-ID. I loro occhi lampeggiano e si muovono, le teste girano o sorridono mentre posano per le fotografie.

L’intelligenza artificiale dietro lo strumento utilizza un algoritmo che impiega abilmente video pre-memorizzati di persone che muovono i loro volti e prendono onde. Implementa i migliori per le foto caricate in revisione. Anche se il risultato potrebbe sembrare inquietante, molti utenti hanno accolto con favore il servizio che ha dato vita ai loro parenti andati.

Nel frattempo, il file Nostalgia profonda potrebbe anche essere utilizzato in modo improprio, poiché l’azienda osserva che l’aggiunta di parole non è un’opzione “per prevenire gli abusi, come la creazione di video deepfake di persone viventi”.

Inoltre, se hai delle vecchie foto e vuoi vedere il loro contenuto rianimato, MyHeritage incoraggia le persone a scegliere Deep Nostalgia senza perdere denaro. Puoi caricare gratuitamente cinque immagini che verranno migliorate e trasformate in gif Iscriviti. Ma è necessario un account a pagamento per caricare più di cinque foto.

La società privata statunitense che acquisito MyHeritage per circa 600 milioni di dollari, scrive nelle sue FAQ che nessuna immagine verrà sotto il controllo di terze parti. Inoltre, le persone dicono che “le foto caricate senza aver completato la registrazione vengono automaticamente eliminate per proteggere la tua privacy”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *