in

Musk prende in giro Blue Origin dicendo che una corsa spaziale tra gli uomini più ricchi del mondo è andata in hyperdrive

Martedì, dopo che il capo di Tesla Elon Musk ha preso un colpo allo sforzo di Jeff Bezos di sfidare un grande contratto della NASA, la corsa allo spazio tra i due uomini più ricchi del mondo si surriscalda.

Inoltre, per chi non lo sapesse, Elon Musk e Jeff Bezos, i due miliardari, che hanno tentato di lanciare razzi orbitali a lungo raggio, erano rivali per un ambito contratto della NASA dal governo per costruire un’astronave per trasportare gli astronauti sulla luna già nel 2024.

Tuttavia, il boss di Tesla Eon Musk ha vinto il contratto e Jeff Bezos non è affatto contento di questa decisione del governo.

Lunedì, Blue Origin di Bezos ha presentato una denuncia al Government Accountability Office (GAO), incolpando la National Aeronautics and Space Administration (NASA) per aver cambiato le regole del gioco per i candidati a contratto all’ultimo momento.

Il capo di Tesla, Elon Musk, che è anche a capo di SpaceX, ha risposto e ha pubblicato un tweet su Twitter affermando:

“Non riesco a farlo salire (in orbita) lol.”

Tuttavia, non ha spiegato nel tweet. Tuttavia, ha allegato uno screenshot di un rapporto del 2019 su Bezos che svelava il lander lunare di Blue Origin sullo stesso thread di Twitter.

Blue Origin è rimasta molto indietro rispetto a SpaceX e United Launch Alliance (ULA) per quanto riguarda il trasporto orbitale. Inoltre, la perdita di miliardi di dollari di contratti di lancio per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti che inizieranno nel 2022. Inoltre, ULA è un’impresa collaborativa di Boeing Co e Lockheed Martin Corp.

Queste costituzioni di razzi cercano principalmente di fornire satelliti per i clienti in orbita a un costo ragionevole e di rielaborare parti di razzi per mantenere i prezzi sotto controllo.

La NASA ha concesso SpaceX il contratto lunare per l’appaltatore della difesa Dynetics e il fondatore di Amazon.com Bezos’s Blue Origin all’inizio del mese. Il progetto richiesto intende rimandare gli umani sulla luna per la prima volta dal 1972.

Secondo una dichiarazione di Blue Origin,

“La NASA ha eseguito un’acquisizione difettosa per il programma Human Landing System e ha spostato i pali della porta all’ultimo minuto.”

“La loro decisione elimina le opportunità di concorrenza, restringe in modo significativo la base di approvvigionamento e non solo ritarda, ma mette anche in pericolo il ritorno dell’America sulla luna. Per questo motivo, abbiamo presentato una protesta al GAO. “

Inoltre, viene affermato dal GAO che Dynetics aveva obiettato all’aggiudicazione del contratto della NASA allo SpaceX di Elon Musk. Tuttavia, Dynetics non ha reagito immediatamente a una richiesta di commento da parte di Reuters.

SpaceX ha fatto un’offerta da sola d’altra parte Blue Origin di Bezos ha collaborato con Lockheed Martin Corp, Northrop Grumman Corp e Draper.

Il New York Times ha pubblicato in precedenza rapporti sul deposito della protesta di 50 pagine da parte di Blue Origin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *