in

Morgan Stanley apre più fondi istituzionali a Bitcoin

Alex Dovbnya

Morgan Stanley ha consentito l’esposizione a Bitcoin in più fondi istituzionali

La banca di investimento multinazionale Morgan Stanley sta aggiungendo Bitcoin come investimento ammissibile a più fondi istituzionali, secondo la sua nuovo deposito con la US Securities and Exchange Commission.

La loro lista include quella di Dennis Lynch Counterpoint Global Portfolio, Developing Opportunity Portfolio, Asia Opportunity Portfolio e altri.

I fondi avranno esposizione a Bitcoin tramite futures regolati in contanti o azioni di Grayscale Bitcoin Trust.

Alcuni Comparti possono avere un’esposizione a bitcoin indirettamente tramite futures regolati in contanti o indirettamente tramite investimenti in Grayscale Bitcoin Trust (BTC) (“GBTC”), un veicolo di investimento offerto privatamente che investe in bitcoin. Nella misura in cui un Fondo investe in futures su bitcoin o GBTC, lo farà tramite una consociata interamente controllata, organizzata come società esentata ai sensi delle leggi delle Isole Cayman (ciascuna, una “controllata”). A volte un Fondo può non avere alcuna esposizione a bitcoin.

Secondo quanto riferito, Morgan Stanley ha iniziato a rimuginare su una scommessa Bitcoin a febbraio. Il mese scorso, ha permesso ai suoi ricchi clienti di possedere la più grande criptovaluta attraverso i fondi Galaxy Digital e NYDIG, diventando la prima grande banca statunitense a fare una mossa del genere.

Come riportato da U.Today, Morgan Stanley dovrebbe anche acquistare una quota importante in Bithumb, il principale scambio di criptovalute della Corea del Sud.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *