in

Le prime tre monete di puntata

Dopo i contratti intelligenti, la finanza decentralizzata potrebbe essere vista come una delle innovazioni più dirompenti che l’industria delle criptovalute abbia visto. Non sorprende che abbia riportato Ethereum al nuovo massimo storico. Proprio come il frutto dell’ingegno di Vitalik Buterin, Defi ha aperto un oceano di opportunità per i suoi utenti. Anche il famigerato Mark Cuba ha raccomandato alle persone di approfondire l’argomento, poiché il futuro è proprio lì.

Cos’è la DeFi?

Proprio come suggerisce il nome, Defi si riferisce ai servizi finanziari e alla mancanza di autorità centrale. Per essere più precisi, elimina le intermediazioni, gli scambi o le banche per offrire strumenti finanziari tradizionali. Potremmo definire Defi come una fusione di servizi bancari tradizionali e tecnologia blockchain. Tra le sue caratteristiche, possiamo trovare trading di criptovalute, prestiti, conti di interesse e – il re della collina – staking. In altre parole, ci sono molte possibilità per gli investitori al dettaglio nello spazio Defi, soprattutto se l’obiettivo è guadagnare un reddito passivo.

I giocatori istituzionali salgono sul treno DeFi

Il clamore ha raggiunto il punto in cui anche le banche tradizionali hanno iniziato a esplorare la finanza decentralizzata. Secondo Ruangroj Poonpol, presidente di Kasikorn Business Technology Group (KBTG), un ramo tecnologico di KBank, KBTG ha recentemente istituito una filiale chiamata Kubix per operare come portale iniziale di offerta di monete per token digitali in collaborazione con la Borsa della Thailandia. Cos’altro è necessario per dimostrare la fattibilità dell’idea quando anche le istituzioni regolamentate prendono in considerazione l’integrazione della tecnologia Defi? Non importa come suoni, Defi è sulla buona strada per rivoluzionare il settore finanziario proprio come ha fatto in precedenza la blockchain.

Lo staking DeFi è la migliore alternativa quando il risparmio sui tassi di interesse è ai minimi storici?

Conosciamo tutti l’espressione che i soldi dovrebbero funzionare per noi e non il contrario. Per questo motivo, i nostri genitori metterebbero i loro soldi in un conto di risparmio per guadagnare un tasso di interesse più alto senza correre troppi rischi. Sfortunatamente, quei bei giorni sono finiti da tempo; questo è il motivo per cui dovremmo iniziare a cercare qualcosa di nuovo. Lo staking di defi, ad esempio, consente alle persone di guadagnare interessi semplicemente tenendo la criptovaluta senza alcuna transazione o scambio.

Cos’è il Crypto Staking?

Secondo CoinMarketCap, lo staking è un’attività in cui un utente blocca o detiene i suoi fondi in un portafoglio di criptovaluta per partecipare al mantenimento delle operazioni di un sistema blockchain basato su proof-of-stake (PoS). È simile al crypto mining nel senso che aiuta una rete a raggiungere il consenso premiando gli utenti che partecipano.

In parole povere, il crypto staking è quasi la stessa cosa che mettere soldi su un conto di risparmio. Blocca le risorse crittografiche per un certo periodo per ottenere premi in cambio sotto forma di token. Il processo è molto semplice:

  • Acquista asset o finanzia il tuo account con uno degli asset idonei per lo staking.
  • Seleziona una risorsa da mettere in gioco
  • Guadagna ricompense

Come scegliere una moneta da picchettare?

Ciò che deve essere preso in considerazione è che non tutti i token di staking offrono ricompense e condizioni simili. Ad esempio, per puntare su ETH 2.0, lo faresti bisogno avere almeno 32 ETH, oltre al client mainnet Eth1. Per diventare uno staker / baker su Tezos, un utente deve tenere 8.000 monete XTZ ed eseguire un nodo completo. Inoltre, è importante tenere presente che più monete vengono tenute, maggiori saranno le ricompense per lo staking.

Le prime tre monete di puntata: chi sono?

Basta con la teoria, parlaci delle tue monete con la puntata più alta che dirai. Va bene, se lo chiedi riceverai!

È necessario considerare non solo i premi, ma anche le condizioni generali di puntata, come deposito minimo, periodo di blocco, regole di prelievo, ecc. Da questo punto di vista, tre progetti si distinguono dagli altri: ICON, Stake DAO e “the cherry sulla torta “, NBU Staking. Perché è così importante? Perché APY non avrà importanza se non puoi sfruttare appieno lo staking.

Nel caso di ICON, stiamo parlando della blockchain coreana proiettato sulla base dell’algoritmo di consenso delegated-proof-of-stake (DPoS). Consente ai produttori di blocchi di convalidare le transazioni in pochi secondi, fornendo transazioni più veloci rispetto a PoS e PoW. Ma la parte migliore è che le ricompense per lo staking su ICON raggiungono il 36% all’anno. Inoltre, tienilo a mente eseguire un I-Rep Node richiede una configurazione hardware professionale e devi avere fondi o voti sufficienti per essere tra i primi 100. Pertanto, mentre lo staking di APY è alto, avrai bisogno di una discreta quantità di fondi per fare soldi veri.

Palo Dao, d’altro canto, elimina la necessità di mettere in stake le risorse su più piattaforme. Questa caratteristica è importante perché apporta semplicità al processo. Da Stake DAO, gli utenti possono cercare il meglio di Defi e scegliere tra i migliori prodotti per aiutarli a battere il mercato. La piattaforma Stake DAO riceve commissioni di performance e commissioni di prelievo sulle strategie offerte. Queste commissioni vengono quindi ridistribuite ai titolari di SDT picchettato. Attualmente, il livello di ricompensa è superiore al 50% all’anno.

Trasferirsi in Picchettamento NBU moneta, tutto quello che posso dire è che il team di Nimbus ha lavorato duramente sul suo sistema di ricompense e tokenomics. Cominciamo menzionando che ci sono due tipi di picchettamento: uno morbido e uno duro. Differiscono principalmente in termini di possibilità di prelievo del deposito e percentuale di ricompensa, in modo che chiunque possa trovare un’opzione adatta a lui / lei. Come suggerisce il buon senso, l’hard staking includerà la conservazione dei fondi per un certo periodo in cambio di una percentuale di ricompensa più elevata (fino al 40% all’anno!). Vale la pena notare che sarai in grado di ricevere premi ogni secondo senza maturare, quindi puoi ritirarli in qualsiasi momento.

Ancora più importante, a partire dal 24 aprile 2021 al 24 maggio 2021, hai un’incredibile opportunità di ricevere fino a 3 volte più ricompense per il tuo picchettamento NBU del solito!

Un’altra cosa interessante di loro è che NBU sta ancora guadagnando slancio, attirando ogni giorno nuovi utenti. E il motivo è abbastanza ovvio: condizioni di picchettamento perfette. Oltre a ciò, il team di Nimbus ha limitato la fornitura di NBU per un più rapido apprezzamento dei token: “Man mano che più NBU vengono messe in staking, specialmente quella dura per 60 o 180 giorni, meno NBU rimane in libera circolazione sul mercato.”

Se vuoi saperne di più sulle condizioni di picchettamento, ti consiglio di dare un’occhiata alle loro Medium ufficiale Canale. Se vuoi salire subito sul tabellone e iniziare a guadagnare premi, vai Qui.

Image by Gmit from Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *