in

Le commissioni di transazione su Bitcoin ed Ethereum scendono ai minimi di più mesi

Dopo mesi consecutivi di commissioni di transazione eccezionalmente elevate, i costi sulle reti blockchain di Ethereum e Bitcoin sono scesi ai minimi di diversi mesi. Ciò è avvenuto dopo l’ultimo massiccio crollo dei prezzi e i tentativi di recupero.

Calma le commissioni di Bitcoin ed Ethereum

La rete Ethereum è diventata sinonimo di commissioni elevate a seguito del sostanziale aumento della popolarità della finanza decentralizzata, dei token non fungibili e di altre operazioni in esecuzione su di essa.

Come riportato in precedenza, le commissioni medie che gli utenti dovevano pagare per la transazione di token ERC-20 su ETH erano salite alle stelle fino a quasi $ 70. Sebbene questo numero fosse eccezionalmente alto da solo, alcuni utenti hanno segnalato anche costi a tre e quattro cifre in rare occasioni.

Tuttavia, la tendenza si è invertita nelle ultime settimane. I dati di Bitinfocharts mostrano che i costi medi di transazione su Ethereum sono scesi a circa $ 5,9 in termini di valore in dollari (o 0,0023 ETH). Questo è in realtà il livello più basso da metà gennaio di quest’anno.

Commissioni medie di transazione su Ethereum. Fonte: BitInfoCharts

Qualcosa di simile è accaduto anche sulla rete Bitcoin. A metà aprile, i costi medi hanno raggiunto un nuovo massimo storico di oltre $ 60. Tuttavia, si sono anche calmati nelle ultime settimane e ora sono scesi a poco più di $ 7 (o 0,0002 BTC).

Nel caso di Bitcoin, l’attuale livello medio è il più basso dalla fine di gennaio 2021.

Commissioni medie di transazione su Bitcoin.  Fonte: BitInfoCharts
Commissioni medie di transazione su Bitcoin. Fonte: BitInfoCharts

I prezzi più bassi sono solo da incolpare?

Vale la pena notare che entrambe le reti hanno registrato i costi di transazione più elevati in termini di USD tra l’aumento delle attività sottostanti ai massimi storici. Per Ethereum, l’etere è salito alle stelle a $ 4.400 a maggio, mentre per Bitcoin è avvenuto poco dopo che BTC ha raggiunto il picco di $ 65.000 ad aprile.

Pertanto, la successiva correzione del mercato che ha portato il bitcoin al minimo di tre mesi di $ 30.000 e l’ETH al di sotto di $ 1.700 potrebbe essere la ragione principale alla base del suddetto calo delle commissioni.

La situazione con la rete di Ethereum sembra un po’ più intrigante in quanto è impiegata molto più frequentemente di quella di Bitcoin. La Fondazione sta lavorando alla transizione della blockchain dall’attuale algoritmo di consenso sulla prova del lavoro alla prova di posta in gioco, che dovrebbe, in teoria, accelerare la velocità delle transazioni e abbassare ulteriormente le commissioni.

Fino al completamento della migrazione, tuttavia, gli sviluppatori hanno in mente più soluzioni possibili. Questi includono più blockchain che mirano a funzionare come sistemi di livello 2 e l’imminente EIP-1559. Tuttavia, un recente rapporto ha sostenuto che EIP-1559 non funzionerebbe come previsto e solo le soluzioni di livello 2 possono aiutare fino all’arrivo di ETH 2.0.

OFFERTA SPECIALE (Sponsorizzata)

Binance Futures 50 USDT FREE Voucher: usa questo link per registrarti e ottenere uno sconto del 10% sulle commissioni e 50 USDT quando fai trading di 500 USDT (offerta limitata).

Offerta speciale PrimeXBT: usa questo link per registrarti e inserire il codice POTATO50 per ottenere il 50% di bonus gratuito su qualsiasi deposito fino a 1 BTC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *