in

L’asta di whisky rari NFT di Kinsale Spirits è una novità del settore

Kinsale Spirits sta saltando sul treno dell’hype della NFT, con un’imminente asta di whisky raro. I whisky rari attirano sempre l’attenzione, ma l’aggiunta di NFT nell’equazione rende questa asta rivoluzionaria.

Mentre le aste di liquori NFT si sono verificati prima, il principale punto di forza è stata l’arte della bottiglia personalizzata e non tanto la qualità dello spirito all’interno.

Kinsale Spirits sta adottando un approccio diverso alle vendite di liquori NFT offrendo un raro single malt di 20 anni. Le offerte di apertura partono da $ 10.000 e, secondo quanto riferito, segnano il primo sia per la valuta digitale che per gli alcolici. Se $ 10.000 sembrano un po ‘alti per un punto di partenza in un’asta di whisky, va detto che questa non è una bottiglia di whisky qualsiasi.

Gli Spiriti di Kinsale sono destinati a fare la storia

Non è affatto una bottiglia.

L’asta non è per una bottiglia di whisky da 750 ml che potresti acquistare nei negozi o anche per un contenitore appositamente realizzato. Invece, è per un’intera botte del loro oro liquido di prima qualità, contenente circa 200 litri di roba buona. Abbastanza da riempire circa 255 bottiglie di whisky di dimensioni normali.

La botte rara è una delle poche che rimangono dalla distilleria originale di Cooley a Louth. Descritto dai venditori come un raro pezzo di storia, il whisky, “Pallet No. 14730”, è del 2001 e risiede in una botte di ex bourbon.

La quotazione su Opensea descrive il single malt come uno dei pochissimi rimasti in circolazione. Il sapore è descritto come meravigliosamente morbido, con un finale morbido, ma dolce, caramellato e aromi di frutta come uva sultanina, mele rosse e banane mature.

La società sta utilizzando questa asta non solo per aumentare la consapevolezza del marchio, ma anche per raccogliere 60.000 euro (circa $ 72.500) per finanziare un nuovo progetto di distilleria di gin. La società ha investito finora nell’impresa circa 2 milioni di euro (2,4 milioni di dollari).

In un’intervista con The Irish Times, il co-fondatore di Kinsale Spirits, Ernest Cantillon, ha parlato delle sue speranze che il mercato asiatico determini il prezzo. Cantillon ha detto:

“Spero che gli offerenti in Asia, in particolare, possano essere interessati a questo. È un whisky raro che di per sé lo rende un buon investimento, ma ovviamente se cattura l’immaginazione, si spera di ottenere molti multipli del suo valore nominale. ”

Cantillon ha continuato dicendo che stava puntando sugli interessi di offerta cinesi a causa del mercato non sfruttato per il whisky irlandese e le relazioni commerciali di Kinsale in Estremo Oriente.

Disclaimer

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo di informazione generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore sulle informazioni trovate sul nostro sito Web è rigorosamente a proprio rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *