in

L’acquirente di Beeple era due commercianti di criptovalute indiani

L’acquirente della famigerata collezione d’arte Beeple NFT, ospitata dalla famosa casa d’aste Christie’s, viene rivelato come due cripto-milionari con sede in India.

“Non eravamo sicuri di aver vinto” Beeple

Metakovan, lo pseudonimo acquirente di arte digitale che ha speso $ 69,3 milioni per acquistare la raccolta di token non fungibili Beeple, si è rivelato come due commercianti di criptovaluta dall’India.

I due commercianti, di nome Vignesh Sundaresan e Anand Venkateswaran, hanno descritto i momenti finali dell’asta, ospitata da Christie’s, come “snervanti”, Mail giornaliera segnalato. Ha detto al Mail giornaliera quello:

“Non eravamo sicuri di aver vinto. Abbiamo continuato ad aggiornare la pagina. “

Anand Venkateswaran

In modo rivelatore, Venkateswaran ha ammesso che la coppia era completamente all’oscuro del risultato dell’asta, avendo capito che la loro offerta per la collezione Beeple potrebbe essere la più alta.

Dopo aver realizzato il loro successo, la coppia ha deciso di rimanere anonima come Metakovan per un po ‘. Dovevano venire a patti con la loro vittoria.

In effetti, la cifra record non sorprendentemente ha innescato un’ondata di teorie del complotto associate alla coppia (allora conosciuta solo come Metakovan). Ciò includeva il fatto di far parte di una trovata pubblicitaria globale volta a spingere l’hype NFT a livelli più alti.

Le case d’asta abbracciano gli NFT

In effetti, molti attori nel mondo dell’arte mainstream globale stanno contribuendo a questo clamore. Era Christie’s, la casa d’aste più famosa al mondo che ha ospitato l’ormai famigerata svendita di Beeple.

Ciò ha fatto seguito alla loro rivelazione a febbraio che avrebbero iniziato ad accettare criptovalute come pagamento.

Inoltre, un’altra famosa casa d’aste, Sotheby’s, ospiterà una serie di aste d’arte NFT entro la fine dell’anno. Le vendite includono opere dell’anonimo cripto-artista Pak.

Parlando dei piani, l’amministratore delegato di Sotheby’s, Charles Stewart, ha dichiarato in un’intervista alla CNBC:

“È ancora molto presto con l’arte crittografica in generale, ma c’è molto qui che è davvero eccitante e pensiamo abbia capacità di resistenza.”

Charles Stewart – Amministratore delegato – Sotheby’s

Steward ha anche accennato al futuro del coinvolgimento del veterano banditore nello spazio, suggerendo che molte “sorprese” sono in arrivo.

Raffreddamento o riscaldamento?

La rivelazione di Metakovan arriva in mezzo a un’ondata di popolarità per lo spazio artistico NFT. In effetti, tutti i tipi di organizzazioni, da Taco Bell ad AP News, e persino diverse celebrità, stanno attingendo a questa popolarità.

Di conseguenza, l’interesse pubblico generale aumenta. Le ricerche di Google per il termine “NFT” hanno recentemente superato quelle di “criptovaluta” e “blockchain”.

Fonte: Google

Inoltre, il mercato dell’arte NFT ha recentemente superato la soglia dei 400 milioni di dollari. Le ricerche su Google si traducono con entusiasmo in acquisti.

Come è comune in un mercato in forte espansione delle criptovalute, la creazione di ricchezza sollecita spese stravaganti, spesso dirette verso l’arte. Se questo continuerà in futuro per lo spazio artistico NFT è una questione aperta.

Disclaimer

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo di informazione generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore sulle informazioni trovate sul nostro sito Web è rigorosamente a proprio rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *