in

La tendenza si sta raffreddando, finirà come le ICO nel 2018?

Dopo il picco di maggio, le ricerche globali di Google per “NFT” sono diminuite gradualmente. Con le numerose ipotesi che il mercato NFT sia in uno stato di bolla e i confronti con gli ICO del 2017/2018, sorge la domanda se i token non fungibili potrebbero esplodere presto.

Le ricerche NFT diminuiscono bruscamente

Quello che era il 2020 per la finanza decentralizzata è il 2021 finora per i token non fungibili. Sebbene gli NFT non siano stati inventati quest’anno, la loro popolarità ha visto un enorme aumento negli ultimi mesi.

In questo stesso lasso di tempo, tutto è diventato un NFT. Da opere d’arte digitali, album, oggetti da collezione rari fino a tweet e annunci storici. L’industria ha visto l’ingresso di innumerevoli celebrità che parlano tutte di criptovalute e di questo nuovo tema caldo gettoni non fungibili.

Naturalmente, questa mania si è estesa agli investitori al dettaglio che, chiedendosi come poter salire sul carro della NFT, si sono rivolti a Google. CryptoPotato ha riferito all’inizio di marzo che le query “NFT” a livello mondiale sul più grande motore di ricerca del mondo sono salite alle stelle a nuovi livelli massimi. Rimasero lì per alcune settimane consecutive.

Tuttavia, dati più recenti mostrano un’inversione di tendenza. Il numero di ricerche è diminuito quasi della metà dal picco di marzo.

Ricerca Google per NFT 12 m indietro.  Fonte: Google Trends
Ricerca Google per NFT 12 m indietro. Fonte: Google Trends

Separatamente, il prezzo medio dell’NFT venduto è diminuito di circa il 70% da febbraio all’inizio di aprile, suggerendo che la mania dei token non fungibili potrebbe svanire.

È di nuovo la cosa dell’ICO?

Coloro che sono stati coinvolti o interessati allo spazio delle criptovalute dal (almeno) 2017 hanno senza dubbio sentito parlare delle offerte iniziali di monete (ICO). Molto prima che DeFi e NFT salissero sul palco principale, gli investitori erano in fila (virtuale) per mettere i loro fondi nelle ICO.

Non appena è emerso un nuovo progetto e ha promesso soluzioni innovative per rivoluzionare ogni sfera dell’esistenza umana, ha raccolto dozzine di milioni di dollari in giorni.

Coloro che sono rimasti interessati allo spazio nel 2018 hanno visto l’enorme esplosione di quella bolla. Qualche anno dopo, le somiglianze tra i due sono più che solo i fondi sostanziali investiti in progetti non dimostrati e che utilizzano principalmente la blockchain di Ethereum.

Entrambi hanno raggiunto i media mainstream; entrambi hanno ricevuto un sostegno a volte discutibile da parte delle celebrità e, ultimo ma non meno importante, entrambi sono stati gli argomenti di discussione più caldi per gli addetti ai lavori e gli esterni delle criptovalute per mesi.

La narrativa secondo cui le NFT sono in uno stato di bolla ora è spesso supportata da rapporti affermando che le NFT sono in uno stato di bolla ora. Persino gli addetti ai lavori, incluso Beeple, l’artista che ha venduto un NFT per un importo record di 69 milioni di dollari, ha detto che l’industria è “assolutamente” in una bolla.

Di conseguenza, date le informazioni di cui sopra con l’interesse in calo, i prezzi e i confronti, le NFT potrebbero presto diventare le ultime conseguenze crittografiche.

OFFERTA SPECIALE (sponsorizzata)

Binance Futures 50 USDT FREE Voucher: Usa questo link per registrarti e ottenere il 10% di sconto sulle commissioni e 50 USDT quando fai trading con 500 USDT (offerta limitata).

Offerta speciale PrimeXBT: usa questo link per registrarti e inserire il codice POTATO50 per ottenere il 50% di bonus gratuito su qualsiasi deposito fino a 1 BTC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *