in

La polizia ha condotto un raid in una sospetta fattoria di marijuana, era una miniera di Bitcoin che rubava elettricità dalla rete

La scorsa settimana, la polizia del Regno Unito ha condotto un raid in una sospetta fattoria di cannabis, non sono riusciti a trovare marijuana lì. Tutto quello che potevano trovare, una varietà digitale di fattorie: la miniera di Bitcoin. L’estrazione di criptovalute non è illegale lì, ma stavano rubando elettricità per alimentare le operazioni.

La polizia delle West Midlands ha detto di essere stata curiosa che molte persone fossero state in visita al unità industriale in questione. A un’ispezione più attenta, hanno trovato sospetto che molte persone avessero visitato l’unità industriale. Un’ispezione più approfondita ha rivelato molti cavi e condotti di ventilazione. Anche i loro droni hanno rilevato un notevole calore uscendo dalla parte superiore della struttura.

La polizia ha pensato che dovesse essere un’operazione di coltivazione della marijuana, quindi hanno acquisito un mandato e l’hanno eseguito il 18 maggio. Si è rivelato essere un Bitcoin Mine.

Invece di droghe, hanno trovato a miniera di criptovaluta. Le persone viste in visita in ogni momento forse stavano solo effettuando la manutenzione dell’hardware. Il cablaggio, le prese d’aria e il calore? Tutto alla pari quando si estrae criptovaluta.

Tutto quello che facevano illegalmente era rubare l’elettricità usata per alimentare le piattaforme.

Il sergente di polizia di Sandwell Jennifer Griffin disse “Certamente non è quello che ci aspettavamo. La mia comprensione è che l’estrazione di criptovaluta non è di per sé illegale, ma l’estrazione di elettricità dalla rete di alimentazione per alimentarla lo è. “

La polizia ha sequestrato l’attrezzatura e intende prenderla in custodia attraverso il Proceeds of Crime Act. Nessun arresto è stato effettuato in quanto l’unità non era occupata da nessuno al momento del raid. Tuttavia, la polizia sta cercando di contattare il proprietario della struttura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *