in

La differenza di prestazioni di gioco di una RTX 2080 Ti rispetto a una nuova scheda dopo 18 mesi di mining

Agli acquirenti viene solitamente detto di evitare di acquistare vecchie schede grafiche di seconda mano da eBay che erano in uso per il mining. Ci si aspetta usura con il loro uso continuato che influisce sulle prestazioni di gioco e un canale YouTube ha testato questa affermazione con un RTX 2080 Ti che viene utilizzato per il mining per 18 mesi.

Giochi di prova (attraverso Tom’s Hardware) ha confrontato le prestazioni 4K di vari titoli, mettendo a confronto una nuova ammiraglia consumer di Turing con una che era stata estratta per circa 18 mesi. Non c’è da meravigliarsi se sono state notate prestazioni migliori con la nuova scheda che ha dato il 10% in più di FPS in giochi come Battlefield V, Cyberpunk 2077 e Assassin’s Creed Valhalla. Solo Forza Horizon è stato quello che ha mostrato una differenza maggiore.

Come mostrato nel video, il motivo di tale differenza di prestazioni è che la scheda di data mining funziona a una velocità di clock inferiore e con temperature più elevate. Il più vecchio RTX 2080 Ti è solitamente tra 15 ° C e 20 ° C più caldo rispetto alla nuova versione, il che ha comportato una frequenza di boost inferiore.

Non significa sempre che si debba evitare ex carte minerarie come una maledizione. Come accennato in alcuni dei commenti trovati sul video, sostituendo i pad termici più lenti RTX 2080 Ti’s le prestazioni potrebbero essere migliorate. Anche l’applicazione di un nuovo strato di pasta termica può aiutare che può asciugarsi in seguito dopo un uso prolungato. Ciò ridurrà la temperatura e fornirà un backup dei framerate.

Coloro che non sono in grado di entrare nelle loro carte possono semplicemente pulire i loro componenti poiché polvere e detriti accumulati possono ostacolare i processi di raffreddamento.

Quindi, acquistando una ex carta mineraria su eBay può funzionare se vuoi. L’unico problema è cercarne uno che non si vende a un prezzo molto più alto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *