in

La codifica delle app tramite semplici comandi in inglese è ora possibile, Microsoft lancia un nuovo prodotto AI

La codifica delle app tramite semplici comandi in inglese è ora possibile, Microsoft lancia il nuovo prodotto AI. Power App Ideas utilizzerà il modello AI GPT-3 di OpenAI. Secondo Microsoft, è attualmente uno dei modelli di intelligenza artificiale del linguaggio naturale più avanzati. Ora creerà automaticamente le formule Power Fx utilizzando l’input del linguaggio naturale.

La codifica si è evoluta dai codici binari ai linguaggi come Java e Python che esistono oggi. Il motivo principale alla base di questa evoluzione è stato quello di rendere questi linguaggi di programmazione user-friendly, aumentando così il loro ambito di applicazione. Microsoft ha compiuto un passo importante verso questa causa, rivelando il suo ultimo strumento di programmazione che ti consentirà Codifica delle app tramite semplici comandi in inglese.

Durante la sua conferenza degli sviluppatori Build 2021, l’esperto di tecnologia ha presentato Power Apps Ideas, il suo nuovo assistente basato sull’intelligenza artificiale che aiuterebbe a creare app utilizzando il linguaggio naturale. Il CEO Satya Nadella ha rivelato nel keynote di Microsoft Build che l’azienda porterà questa caratteristica nel suo Power Apps Studio.

Power App Ideas è il primo risultato della partnership strategica tra Microsoft e Open AI rilasciata lo scorso anno. Utilizza il modello AI GPT-3 o il Generative Pre-Trained Transformer-3 di OpenAI.

In un blog, Microsoft afferma che è “uno dei modelli di intelligenza artificiale in linguaggio naturale più avanzati del pianeta” attualmente, dotato di 175 miliardi di parametri.

Microsoft ora serve la sua community di Power Apps Studio. L’OpenAI GPT-3 integrato ora aiuterà a creare automaticamente formule Power Fx basate sull’input del linguaggio naturale. Pertanto, gli utenti possono impartire comandi in inglese semplice e l’intelligenza artificiale troverà i comandi Power Fx più vicini che eseguono la funzione specificata.

Ad esempio, un semplice comando inglese – “mostrami, clienti, dagli Stati Uniti il ​​cui abbonamento è scaduto” fornirà una serie di formule tra cui l’utente potrà scegliere. I programmatori possono quindi sceglierne uno per applicare la logica alle proprie app.

Oltre alle formule, App di potenza descriverà anche al programmatore il funzionamento di tutti questi codici, in modo che possano comprenderne chiaramente l’uso.

Secondo Microsoft, questo uso di GPT-3 e di altre tecnologie Microsoft AI in Power Apps Studio consentirà ai programmatori di “apprendere più facilmente concetti avanzati”. Inoltre, risparmierà anche il tempo speso per “ricerca, apprendimento e debug di formule complesse”.

Oltre al modello GPT-3, Microsoft ha anche introdotto la sua tecnologia AI Program Synthesis using Examples (PROSE) to Ideas. Ciò consentirà ai programmatori di contemplare le formule attraverso esempi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *