in

Justin Sun è d’accordo con le preoccupazioni di Elon Musk sull’impronta di carbonio di Bitcoin

Justin Sun di TRON concorda con le preoccupazioni di Elon Musk sull’impronta di carbonio lasciata dal mining di bitcoin. Crede che l’algoritmo di consenso della prova del lavoro abbia i suoi difetti e ha esortato le persone a impegnarsi per utilizzare più energia verde.

Il sole è d’accordo con il muschio

L’amministratore delegato di Tesla ha fatto notizia diverse settimane fa quando il produttore di veicoli elettrici ha vietato i pagamenti in bitcoin per i suoi prodotti. Da allora, Musk ha ripetutamente delineato gli alti livelli di energia utilizzati dalla criptovaluta primaria e ha esortato i minatori a utilizzare più energia rinnovabile.

I suoi commenti hanno avviato un’ondata di discussioni all’interno e all’esterno della criptovaluta, con persone che pesavano da entrambe le parti. L’ultimo a farlo e in realtà d’accordo con le preoccupazioni di Musk è stato il CEO di TRON – Justin Sun.

Durante un colloquio con Bloomberg, ha definito “legittime” le opinioni di Musk e ha osservato che l’industria delle criptovalute deve trovare una soluzione permanente per l’energia verde. Sun crede che molti minatori stiano già utilizzando energia rinnovabile, ma gli sforzi potrebbero non essere ancora sufficienti.

Inoltre, ha messo in evidenza i meriti dell’algoritmo di proof of stake di consenso rispetto a quelli del proof of work, che utilizza bitcoin. Ha sostenuto che PoS riduce l’impronta di carbonio fino al 99%, motivo per cui sempre più progetti blockchain tendono a farlo.

Just Sun, il fondatore di TRON

Il ruolo della Cina e la ripresa del mercato rialzista

Poco dopo il commento di Musk, la Cina, il paese leader in termini di hashrate di BTC, ha ribadito la sua posizione negativa sulla criptovaluta primaria. Inoltre, questa volta la nazione più popolata del mondo ha seguito l’estrazione di bitcoin e ha causato sostanziali interruzioni dei prezzi nel mercato delle criptovalute.

Parlando in merito, Sun ha affermato che “nessuna singola persona o fattore può controllare il mercato”. Ritiene che la massiccia correzione del 50% avrebbe dovuto effettivamente verificarsi ad un certo punto poiché la maggior parte degli asset di criptovaluta è aumentata di più volte nel valore in USD negli ultimi mesi.

Sebbene la Cina molto probabilmente continuerà ad applicare restrizioni più rigorose sull’utilizzo delle criptovalute, Sun ha notato che il settore continuerà a crescere.

Pertanto, ha concluso che la corsa al rialzo delle criptovalute si è fermata solo ora e crede che riprenderà a luglio e agosto di quest’anno.

OFFERTA SPECIALE (Sponsorizzata)

Binance Futures 50 USDT FREE Voucher: usa questo link per registrarti e ottenere uno sconto del 10% sulle commissioni e 50 USDT quando fai trading di 500 USDT (offerta limitata).

Offerta speciale PrimeXBT: usa questo link per registrarti e inserire il codice POTATO50 per ottenere il 50% di bonus gratuito su qualsiasi deposito fino a 1 BTC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *