in

Il valore di mercato dei computer Internet (ICP) raggiunge i 45 miliardi di dollari due giorni dopo il lancio

Il token nativo del protocollo ICP (Internet Computer Protocol) ha raggiunto un valore di mercato di 45 miliardi di dollari solo due giorni dopo il lancio.

Il 10 maggio, 469.213.710 utility token ICP sono stati attivati ​​sotto l’autorità del Network Nervous System. Ciò ha consentito loro di passare a scambi come Coinbase, che aveva in programma di elencare l’asset Coinbase Pro.

Secondo CoinMarketCap, questo la rende l’ottava criptovaluta più grande in termini di capitalizzazione di mercato. L’obiettivo del protocollo Internet Computer è “estendere la funzionalità della rete Internet pubblica”. Ad esempio, consentire agli sviluppatori di software o ai creatori di contenuti di pubblicare qualsiasi cosa senza dover passare attraverso società centralizzate come Amazon.

Secondo il fondatore del progetto Dominic Williams, l’idea è di aggirare i giardini recintati aziendali, riducendo allo stesso tempo i costi. Alla fine, dice, gli utenti potrebbero potenzialmente creare reti di social media che potrebbero rivaleggiare con i titani attuali come Facebook.

Durante un colloquio con Bloomberg, Williams è andato più in dettaglio su ciò che distingue Internet Computer dagli altri blockchain. Ad esempio, ha notato che molti blockchain oggi operano su piattaforme di cloud computing come Amazon Web Services. Tuttavia, il computer Internet funziona interamente su hardware dedicato.

Williams ha affermato che Internet Computer è ospitato da computer con nodi speciali, “installati da parti indipendenti, in data center indipendenti in tutto il mondo”. In questo modo, ha detto, Internet Computer è in grado di creare una blockchain combinando la capacità del computer dei nodi. Ciò gli consente di “funzionare alla velocità del web e di aumentare la sua capacità con la domanda e di funzionare in modo molto efficiente”.

Secondo Williams, questo significa che “puoi costruire cose su una blockchain ora che non saresti mai stato possibile”. Elenca cose come siti Web, servizi Internet e sistemi aziendali e ha aggiunto che utilizzerebbero tutti contratti intelligenti. Costruirli su una blockchain consente loro di utilizzare funzionalità come la tokenizzazione. Williams prevede di vedere “un’esplosione in cose come i social media tokenizzati”.

Disclaimer

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo di informazione generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore sulle informazioni trovate sul nostro sito Web è rigorosamente a proprio rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *