in

Il rapporto dice che gli hacker hanno venduto i dati recentemente rubati di CD Projekt Red

Recentemente, è stato effettuato un attacco ransomware sui server di CD Projekt Red. Come parte dell’hacking, hanno fatto scorrere i documenti delle risorse umane dell’azienda insieme al codice sorgente di Cyberpunk 2077 e The Witcher 3. Gli aggressori hanno quindi elencato il codice per l’asta sul forum di hacking Exploit.

Ora, secondo la Cybersecurity Company Kela, l’asta è stata chiusa. La società ha annunciato i suoi risultati su Twitter, affermando che gli hacker hanno venduto il codice sorgente per Motore rosso e vari CD Projekt Red giochi a una terza parte anonima.

Nessuno conosce il valore effettivo dell’accordo. Tuttavia, è stato riferito che come buyout, gli hacker hanno chiesto $ 7 milioni, mentre il file offerta iniziato a $ 1 milione. C’era una condizione stabilita con l’accordo, come parte della transazione, gli hacker non possono rivendere i dati a nessun’altra parte.

Non è chiaro se gli hacker si atterranno ai termini e quali conseguenze ne verrebbero fuori se violassero le loro parole.

È una cattiva notizia per CD Project Red Comunque. Supponiamo che non siano stati coinvolti nell’acquisto dei dati, poiché questa è una delle strane teorie che abbiamo visto.

Cyberpunk 2077 ha così tanti problemi; non è giusto esserne felici CD Project Red’s morte apparente. Amare o odiare lo studio, è vero che gli sviluppatori hanno passato anni a versare il loro sangue e il loro sudore nei giochi che hanno sviluppato e nel codice dietro di loro. In effetti, potrebbe essere una perdita significativa quando tutto il lavoro viene violato ed esposto.

Vediamo se il codice viene condiviso altrove; tuttavia, per ora, la saga è apparentemente giunta al termine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *