in

Il più antico negozio di vini d’America ora accetta Crypto, incluso DOGE

La leggendaria enoteca, Acker, fa di nuovo la storia, dopo aver annunciato che le loro aste ora accettano criptovalute.

Un altro giorno e un altro grande nome nel settore degli alcolici sta immergendo i piedi nel settore delle criptovalute. Acker, la più antica enoteca degli Stati Uniti, è l’ultima ad annunciare che le aste ora accetteranno criptovaluta come pagamento.

Fondata nel 1820, Acker ospita anche la più grande casa d’aste di vini rari e pregiati del Nord America. Per la casa d’aste Acker, questo è un altro in a lunga serie di record e primati storici nel settore del buon vino.

Passando alle valute digitali

Ora, Acker sta passando alla valuta digitale, dopo $ 1,3 miliardi di vendite l’anno scorso.

Il presidente di Acker, John Kapon, disse che “le criptovalute non sono più una moda passeggera e, essendo una delle più antiche aziende autorizzate in America, Acker è orgogliosa di accettare questa nuova forma di pagamento mentre continuiamo ad evolverci nel nostro terzo secolo come azienda”. Kapon ha inoltre aggiunto:

“La criptovaluta è qui per restare e siamo entusiasti di offrire queste opzioni di pagamento aggiuntive in questo mondo in continua evoluzione e mutevole. Non vediamo l’ora di far crescere la nostra già solida rete di amanti del vino e di fare presto annunci più entusiasmanti nello spazio digitale “.

La casa ha creato grandi novità nel 2008, quando ha fatto la sua prima vendita in Asia, dopo che il mercato è stato liberato da tariffe proibitive sugli alcolici. La vendita ha fruttato oltre $ 8 milioni e ha consolidato la loro posizione in cima al mercato del vino.

Il loro trespolo in cima alla montagna è diventato ancora più solido, dopo essere diventata la prima azienda di aste di vino a raggiungere i $ 100 milioni di entrate. La società ha anche superato la soglia di $ 1 miliardo di entrate delle aste nel 2018.

Collaborazione con BitPay

Il passaggio alla criptovaluta sarà reso possibile utilizzando il processore di pagamento crittografico BitPay. BitPay riceverà i pagamenti per conto della casa d’aste, quindi li convertirà in valute flat.

Acker ha dichiarato che avrebbero prima accettato bitcoin (BTC), ethereum (ETH), bitcoin cash (BCH) e dogecoin (DOGE). Anche le stablecoin come BUSD, Gemini Dollar (GUSD) e PAX sono accettate per le aste.

Nel frattempo, Acker non è il primo marchio di alcolici a entrare nel mercato. La scorsa settimana, la Irish Whiskey Company Kinsale Spirits ha annunciato che si terrà un’asta di vini rari.

Disclaimer

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo di informazione generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore sulle informazioni trovate sul nostro sito Web è rigorosamente a proprio rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *