in

Il CTO di Ripple ha incassato le sue partecipazioni in Bitcoin con quasi nessuno rimasto

immagine dell'articolo

Yuri molchan

David Schwartz di Ripple ha condiviso la sua storia di ritirare i profitti dalle sue partecipazioni in Bitcoin con solo il due percento di BTC rimasto ora

Nel corso di una delle sue chat regolari con la comunità XRP su Twitter, l’attuale chief technology officer di Ripple David Schwartz ha raccontato la storia di come ha ritirato e incassato quasi tutti i suoi BTC poiché la valuta di punta del mondo ha registrato nuovi massimi dal 2010.

Ripple CTO ha il 2 percento della sua scorta di BTC rimanente

L’attuale CTO di Ripple ha twittato di aver preso profitti dalle sue partecipazioni in Bitcoin da quando BTC è salito prima al livello di $ 100 e poi ha continuato a salire, raggiungendo nuovi massimi storici di $ 250 e $ 750, e ora finalmente raggiungendo $ 63.000 per moneta.

Parlando con un fan di XRP che si chiama Twitter MackAttackXRP, Schwartz ha condiviso di aver utilizzato una strategia simile per ritirare parte dei suoi profitti realizzati dall’ascesa di Bitcoin.

A questo punto, il CTO di Ripple ha twittato, gli è rimasto solo circa il due percento della sua scorta iniziale di Bitcoin. Apparentemente, ha anche venduto alcuni dei suoi BTC nel 2017, quando Bitcoin ha raggiunto il massimo storico di $ 20.000.

7216_0

Schwartz detiene alcune famose altcoin, oltre a Bitcoin

Come riportato da U.Today all’inizio di quest’anno, il chief technology officer di Ripple ha condiviso quali criptovalute compongono il suo portafoglio.

A parte il re crypto Bitcoin e XRP, Schwartz detiene Ethereum, ADA, BAT, XLM, EOS, Bitcoin Gold, Polymath e alcune altre criptovalute minori.

A gennaio, Schwartz ha twittato che Bitcoin e XRP costituivano la parte più grande del suo portafoglio di criptovalute.

Bitcoin non riesce a superare i $ 65.000 dopo aver raggiunto un nuovo ATH

Dopo aver raggiunto $ 64.845 mercoledì, la criptovaluta di punta è scesa al livello di $ 61.333 lo stesso giorno e, al momento della stampa, passa di mano a $ 62.767.

Il principale catalizzatore per Bitcoin, Ethereum e altre criptovalute che hanno raggiunto nuovi massimi storici negli ultimi giorni è stato il gigante delle criptovalute Coinbase che è diventato pubblico tramite quotazione diretta sul Nasdaq.

L’evento tanto atteso si è svolto il 14 aprile con la valutazione di Coinbase che ha raggiunto i $ 100 miliardi e il trading è iniziato a $ 381 per azione e poi è salito a $ 400 per azione.

Ethereum è cresciuto del 120% contro Bitcoin dal 2020 e del 54% dall’inizio del 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *