in

Il CEO di MicroStrategy afferma che la sua missione è quella di correggere i bilanci del mondo

Alex Dovbnya

Il CEO di MicroStrategy Michael Saylor si concentra sulla correzione dei bilanci del mondo con Bitcoin

Contenuti

  • Un tweet da 1,5 miliardi di dollari
  • “Un nuovo paradigma”

Il CEO di MicroStrategy Michael Saylor ritiene che la sua missione finale sia fissare i bilanci del mondo con Bitcoin, secondo il suo intervista pubblicata di recente col tempo.

Per quanto riguarda la sua eredità, il miliardario è orgoglioso del fatto che MicroStrategy sia stata la prima società pubblica non crittografica a investire in Bitcoin.

Dopo essere entrato nella principale criptovaluta lo scorso agosto, MicroStrategy detiene attualmente 91.326 BTC per un valore di $ 5,2 miliardi.

Un tweet da 1,5 miliardi di dollari

Artisti del calibro di Square e Tesla hanno seguito l’esempio di MicroStrategy. Come riportato da U.Oggi, Saylor ha iniziato a lanciare Bitcoin al CEO di Tesla Elon Musk a dicembre. L’8 febbraio, il produttore di auto elettriche ha scioccato Wall Street scommettendo $ 1,5 miliardi su Bitcoin.

Nella sua intervista, Saylor ha rifiutato di commentare se avessero o meno conversazioni a porte chiuse con Musk che si estendessero oltre il tweet.

In qualità di CEO di una società pubblica, non posso commentare alcuna conversazione che avrei avuto con un altro funzionario di una società pubblica. È contro l’etichetta aziendale.

Tuttavia, crede che lo scambio di Twitter abbia influito sulla decisione di convertire una parte significativa del denaro di Tesla in Bitcoin.

“Un nuovo paradigma”

Dopo aver descritto Bitcoin come il “Google del denaro”, Saylor ha anche continuato a confrontare la sua invenzione con l’elettricità:

Thomas Kuhn ha detto che quando si propone un nuovo paradigma, un modo completamente rivoluzionario di vedere il mondo, l’establishment normalmente non lo accetta.

Crede che una nuova generazione abbraccerà Bitcoin a meno che non ci sia qualche evento del cigno nero che accelera questo processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *