in

Il CEO di Goldman Sachs traccia il “ percorso inevitabile ” di Bitcoin contro l’oro

Sono passate due settimane da quando Morgan Stanley ha annunciato che aggiungerà Bitcoin come investimento idoneo a più fondi istituzionali. Da allora, la corsa è iniziata, e molti si aspettavano che altri come la potenza bancaria Goldman Sachs si unissero al carrozzone e si addentrassero ancora di più nel cripto-spazio.

Durante un recente colloquio Su Squawk Box della CNBC, il CEO di Goldman Sachs David Solomon ha previsto che ci sarebbe stata “una grande evoluzione” nello spazio delle valute digitali nei prossimi anni.

“Questo è uno spazio in evoluzione … Penso che ci sarà una grande evoluzione su come si evolverà nei prossimi anni.”

Qui, vale la pena notare che Solomon non ha rivelato molto sulle ambizioni di Goldman Sachs rispetto a Bitcoin, con il dirigente che suggerisce che l’attuale panorama normativo negli Stati Uniti sta impedendo alla banca di farlo. Detto questo, il CEO ha chiarito che l’istituto sta tenendo d’occhio le criptovalute a causa della crescente domanda dei clienti.

Ci sono restrizioni normative significative intorno a noi e noi che agiscono come un principio sulle criptovalute come B.itcoin.

Ha aggiunto,

“Poiché i nostri clienti hanno chiesto di essere coinvolti in questo spazio, possiamo continuare a trovare modi per supportare i nostri clienti”.

Secondo un sondaggio condotto dall’azienda su quasi 300 clienti, il 40% attualmente ha un’esposizione alle criptovalute. In effetti, anche Matt McDermott, Global Head of Digital Assets nella divisione Global Markets di Goldman Sachs, ha toccato qualcosa di simile in un recente podcast. Per quanto riguarda lo stesso, il CEO ha approvato la rapida adozione di Bitcoin a livello globale, commentando:

“Penso che Bitcoin sia su un percorso inevitabile per avere la stessa capitalizzazione di mercato e quindi una … più alta dell’oro. È la velocità con cui sta avvenendo l’adozione. L’adozione sta avvenendo più velocemente di quanto avevo previsto. “

È interessante notare che Solomon ha definito Bitcoin una “risorsa digitale che è più simile all’oro che a una rete di pagamento, quindi il suo valore continuerà ad aumentare nel corso degli anni”. Altri appassionati hanno spesso presentato opinioni simili rispetto al confronto delle classi di attività di Bitcoin e oro.

Le dichiarazioni dell’uomo d’affari sono arrivate il giorno dopo Goldman Sachs segnalato che offrirà prodotti di investimento attorno a Bitcoin entro il secondo trimestre del 2021. In precedenza, Goldman Sachs lo aveva fatto ha presentato domanda con la Securities and Exchange Commission (SEC) statunitense a marzo per la creazione di un fondo negoziato in borsa. Inoltre, Goldman ha deciso di dare la sua criptovaluta trading desk un altro tentativo il mese scorso dopo averlo accantonato nel 2018.


Iscriviti al nostro Newsletter


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *