in

I CBDC non minacceranno le criptovalute, rapporti di Morgan Stanley

Sebbene le banche centrali stiano spingendo il pedale del gas nella loro corsa contro le tecnologie decentralizzate, è molto difficile per le loro CBDC minacciare davvero le criptovalute. Almeno, questa è stata la conclusione raggiunta dal gigante bancario Morgan Stanley.

Gli analisti di Morgan Stanley ritengono che, sebbene i CBDC possano influenzare i mercati delle criptovalute quando entrano nello spazio, è improbabile che siano una minaccia per le tecnologie decentralizzate. Le risorse digitali decentralizzate hanno altri casi d’uso che le rendono più attraenti per investitori e appassionati.

Prodotti diversi non competono tra loro

Secondo dichiarazioni Secondo Chetan Ahya, capo economista di Morgan Stanley, gli esperti della banca ritengono che il decentramento abbia già permeato la mentalità di molti investitori e le CBDC non possono competere con le criptovalute sotto molti aspetti proprio a causa della loro natura decentralizzata e flessibile:

“Le criptovalute esisteranno ancora, poiché continuano a servire altri casi d’uso. Ad esempio, alcune criptovalute possono funzionare come riserva di valore … poiché alcuni segmenti del pubblico non ripongono la loro piena fiducia nelle valute legali “.

Le banche hanno opinioni contrastanti riguardo alle criptovalute. Da un lato, alcune banche come HSBC hanno applicato una politica anti-criptovaluta (HSCBC ha iniziato a censurare alcune transazioni associate all’acquisto e alla vendita di token digitali). D’altra parte, banche come BNY Mellon hanno annunciato servizi per trader e hodler di criptovalute, adattandosi ai nuovi tempi.

Morgan Stanley crede che alla fine gli innovatori vinceranno. Il rapporto spiega che le attuali condizioni macroeconomiche hanno portato a un enorme interesse per le criptovalute:

“L’interesse degli investitori per le criptovalute è aumentato insieme alla risposta senza precedenti della politica monetaria e fiscale alla pandemia”

I CBDC sono un’evoluzione del denaro o sono solo … denaro?

A differenza delle banche ordinarie, le banche centrali vedono le cose attraverso una lente diversa. Sebbene sia praticamente impossibile vedere le criptovalute sostituire la fiat in quasi tutti i paesi del mondo, i governi sono interessati a utilizzare la tecnologia sottostante delle criptovalute a proprio vantaggio.

I CBDC sono versioni digitali e centralizzate di una valuta fiat. Ad esempio, alcuni paesi utilizzano la tecnologia blockchain, come la Francia, che sta studiando l’emissione di una valuta sulla blockchain di Tezos. Allo stesso tempo, altre banche centrali non hanno adottato affatto la tecnologia blockchain, come la Cina e il suo DCEP.

Il fiore dei soldi. Immagine: BIS

I CBDC promettono di facilitare le transazioni, rendendole più veloci, economiche e sicure. L’uso della tecnologia blockchain ha il potenziale per eliminare quasi completamente la possibilità di contraffazione di valuta e rende più veloci alcuni processi di controllo degli errori in caso di problemi di pagamento.

Ma questo approccio ha alcuni svantaggi: alcuni esperti sostengono che le CBDC concedono troppo potere alla banca centrale, che avrebbe già un monitoraggio in tempo reale dei flussi di denaro dei suoi utenti, essendo in grado di controllare e censurare qualsiasi transazione controllando assolutamente tutti i mezzi di valore trasmissione.

E questi svantaggi sono il motivo per cui Morgan Stanley crede che i CBDC non saranno in grado di uccidere le criptovalute.

OFFERTA SPECIALE (sponsorizzata)

Binance Futures 50 USDT FREE Voucher: Usa questo link per registrarti e ottenere il 10% di sconto sulle commissioni e 50 USDT quando fai trading con 500 USDT (offerta limitata).

Offerta speciale PrimeXBT: usa questo link per registrarti e inserire il codice POTATO50 per ottenere il 50% di bonus gratuito su qualsiasi deposito fino a 1 BTC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *