in

Guarda come miliardari come Jeff Bezos ed Elon Musk pagano poche o nessuna tassa

Si potrebbe pensare che i migliori miliardari del mondo debbano pagare pesanti tasse come tasse. Ma non è vero. Cosa pensi che Jeff Bezos abbia pagato come tasse nel 2007, quando la sua fortuna ha raggiunto i 3,8 miliardi di dollari, e nel 2011 quando valeva 18 dollari? Niente e lo stesso importo era della tassa di Elon Musk nel 2018. Tutto questo è stato rivelato in un recente rapporto che racconta come i più ricchi usano metodi legali per evitare o pagare poche o nessuna tassa federale.

ProPublica ha utilizzato i dati dell’Internal Revenue Service sulle dichiarazioni dei redditi di alcuni dei cittadini più ricchi d’America e ha notato che le 25 persone più ricche negli Stati Uniti valevano $ 1,1 trilioni a partire dal 2018 e avevano un conto fiscale personale combinato di $ 1,9 miliardi. Ci sarebbero voluti 14,3 milioni di normali salariati americani messi insieme per eguagliare quella quantità di ricchezza, ma il conto fiscale per quei lavoratori quotidiani sarebbe stato di 143 miliardi di dollari, circa 75 volte di più.

Jeff Bezos, l’uomo più ricco del mondo il cui patrimonio netto attuale è di $ 177 miliardi, ha visto la sua ricchezza aumentare di $ 3,8 miliardi nel 2007, ma è stato in grado di dichiarare legalmente $ 46 milioni di entrate, che ha compensato con perdite da investimenti e detrazioni fiscali, permettendogli di non pagare imposta. Nel 2011, quando valeva 18 miliardi di dollari, il suo reddito annuale è stato compensato da perdite di investimento. Poiché la legge affermava che guadagnava così poco, il miliardario ha affermato e ricevuto un credito d’imposta di $ 4.000 per i suoi figli, secondo il rapporto.

Infatti, quando Bezos tasse pagate, non era niente in confronto al suo guadagno. Il valore del CEO è aumentato di $ 127 miliardi dal 2006 al 2018, ma il suo reddito totale riportato per quel periodo è stato di $ 6,5 miliardi. I 1,4 miliardi di dollari che Bezos ha pagato in tasse in quei 13 anni corrispondono all’1,1% della sua ricchezza totale o al 21% del suo reddito dichiarato. Mentre, d’altra parte, ProPublica afferma che una famiglia americana comune pagava più tasse di quanto accumulasse in ricchezza negli ultimi dieci anni.

Presunto Obiettivo anonimo Elon Musk, che è anche il terzo uomo più ricco del mondo, ha evitato di pagare qualsiasi imposta federale sul reddito nel 2018 mentre ha consegnato solo $ 68.000 nel 2015 e $ 65.000 nel 2017. Nonostante la sua ricchezza sia cresciuta di $ 13,9 miliardi tra il 2014 e il 2018, ha registrato un reddito di $ 1,52 miliardi e ha pagato 455 milioni di dollari di tasse. Dal 2014 al 2018 ha avuto un’aliquota fiscale reale del 3,27%. Usando le azioni Tesla come garanzia sui prestiti personali, il CEO ha impiegato una tattica proprio come altri miliardari per abbassare le tasse.

L’investitore Warren Buffet, che da tempo chiede ai ricchi di pagare più tasse, ha pagato meno di qualsiasi dei primi 25. La sua ricchezza è aumentata di 24,3 miliardi di dollari dal 2014 al 2018, ma ha versato solo 23,7 milioni di dollari di tasse federali, creando un’aliquota fiscale dello 0,1%.

La maggior parte dei miliardari paga così poco poiché il governo tassa solo ciò che definisce reddito. quando il valore delle azioni che detengono aumenta, la loro ricchezza non viene tassata. Possono quindi prendere in prestito contro le azioni per pagare le spese di soggiorno. Pertanto, non devono vendere le loro azioni e il denaro dei prestiti non è tassabile in quanto deve essere rimborsato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *