in

Google riduce della metà il costo del servizio per Play Store

Martedì, il gigante della ricerca ha annunciato che sta riducendo della metà il costo del servizio per Google Play Store per la maggior parte dei suoi sviluppatori.

Secondo un blog inviare sugli sviluppatori Android del gigante tecnologico,

“A partire dal 1 ° luglio 2021, ridurremo la commissione di servizio che Google Play riceve quando uno sviluppatore vende beni o servizi digitali al 15% per il primo milione di dollari di entrate che ogni sviluppatore guadagna ogni anno.”

Inoltre, il gigante della tecnologia ha dichiarato che con questa mossa il 99% dei suoi sviluppatori in tutto il mondo che vendono beni e servizi digitali sul suo app store, Google Play, otterrà una detrazione del 50% nelle loro commissioni aggiungendo che questi fondi aiuteranno gli sviluppatori crescono in una fase significativa della loro crescita.

Oltre ad annunciare la diminuzione della quota dello sviluppatore, la società ha ulteriormente fissato un limite. Google ha inoltre affermato che la riduzione della commissione sarà applicabile sul primo milione di dollari di entrate totali guadagnate annualmente a disposizione di ogni sviluppatore di Play indipendentemente dalle dimensioni.

L’azienda ha inoltre aggiunto,

“Riteniamo che questo sia un approccio equo in linea con la missione più ampia di Google di aiutare tutti gli sviluppatori ad avere successo”.

Il cambiamento segue la risoluzione di Google di invertire la sua prevista espansione della commissione del Play Store in Corea del Sud a seguito di un rimbalzo da parte degli sviluppatori di software locali sulla forte riduzione del Play Store.

Inoltre, vale la pena ricordare che la società aveva raddoppiato la sua quota di sviluppo al 30% nel settembre dell’anno precedente. Aveva inoltre reso obbligatorio per gli sviluppatori utilizzare il proprio sistema di pagamento per gli acquisti di app. La nuova modifica porta la commissione dello sviluppatore di quasi il 50%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *