in

FireProtocol sceglie Polkadot per aumentare la scala

FireProtocol, un protocollo di nuova generazione noto per essere la prima infrastruttura a utilizzare Huobi Eco Chain, ha deciso di migrare i suoi prodotti DeFi su Polkadot per consentire una migliore scalabilità e una crescita a lungo termine.

La decisione arriva poiché FireProtocol ha già goduto di un ottimo anno in termini di adozione sul mercato e continua a far crescere la sua base di utenti. Come citato dal team di FireProtocol, “abbiamo preso questa decisione sulla base di serie considerazioni per lo sviluppo a lungo termine e la crescita sostenibile dell’ecosistema FireProtocol”.

Superare i limiti

Dopo una vendita di token di successo a dicembre, FireProtocol ha iniziato bene usando Huobi Eco Chain, che ha alcuni vantaggi secondo il team di FireProtocol. Tuttavia, dopo aver valutato i vantaggi e gli svantaggi, il team ha deciso che era meglio passare a una soluzione più scalabile e sostenibile.

Per i principianti, il team di FireProtocol ha ritenuto che la piattaforma di Huobi non avesse ancora un supporto sufficiente per l’ecosistema e questo probabilmente porterebbe a un basso livello di adozione. Inoltre, hanno citato limiti agli strumenti e alle funzionalità degli sviluppatori, limitazioni delle prestazioni, nonché una mancanza di garanzie di governance e aggiornabilità sostenibile.

Polkadot, d’altra parte, offre un throughput molto più elevato, funzionalità cross-chain con la capacità di integrare protocolli esterni, maggiore libertà di sviluppo e aggiornamenti più semplici. Tutti questi vantaggi erano troppo per il team di FireProtocol da ignorare e, tenendo a mente la loro comunità, hanno deciso di migrare per garantire la migliore esperienza possibile.

Costruito intorno alla versatilità

FileProtocol è piuttosto diversificato in quanto stabilisce servizi di collegamento, include uno scambio decentralizzato in stile AMM e una piattaforma di prestito per le risorse digitali. La piattaforma di prestito supporta una varietà di risorse, offrendo ai trader la possibilità di accedere a una vasta gamma di tipi di credito in modo semplice ed efficiente e l’exchange decentralizzato fornisce un trading rapido e sicuro di risorse digitali.

Il token di governance di FireProtocol, FIRE, viene utilizzato per alimentare i meccanismi di incentivazione economica e aiutare a sostenere le proposte e le votazioni della comunità. Gli utenti beneficiano di commissioni basse e di una grande flessibilità poiché il token può essere utilizzato per l’agricoltura di liquidità su Uniswap, ad esempio, il wrapping cross-chain e per il prestito e l’assunzione di prestiti tra le altre cose.

La visione a lungo termine di FireProtocol

Con una comunità di forti sostenitori, sostenitori credibili tra cui x21 Digital e un team molto forte con esperienza di lavoro per progetti DeFi di successo come Celcius e altri, il futuro di FireProtocol sembra estremamente luminoso.

La piattaforma è stata sviluppata per essere all’avanguardia dell’innovazione e la loro roadmap ne è la prova. A partire dal primo trimestre il progetto ha offerto una piattaforma di prestito, seguita dalla quotazione del token FIRE e un programma di mining di liquidità Uniswap. Q2 segue con una nuovissima piattaforma di staking, in cui gli utenti possono mettere in gioco una serie di risorse e guadagnare entrate passive, oltre a navigare facilmente tra tutti i servizi di FireProtocol.

La seconda metà del 2021 introdurrà prodotti interessanti come prestiti cross-chain e negoziazione di derivati ​​tra le altre caratteristiche che gli utenti apprezzeranno. Tutto sommato, il passaggio a Polkadot sembra essere giudizioso che rafforzerà la proposta di valore fondamentale di FireProtocol, posizionandola nella fiorente scena DeFi che si sta formando attorno alla blockchain di blockchain di Gavin Wood.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *