in

Ecco perché Facebook, Instagram e WhatsApp erano inattivi la scorsa notte

Tutte e tre le app di proprietà di Facebook come Facebook, Instagram e WhatsApp sono state disattivate per migliaia di utenti in tutto il mondo la notte precedente per la seconda volta in meno di un mese. Tuttavia, l’azienda ha ripristinato presto i servizi su tutte e tre le piattaforme. Molti utenti hanno utilizzato Twitter per lamentarsi di questa interruzione.

Secondo un report diffuso da Reuters, 101.000 utenti hanno segnalato questo problema su Instagram, più di 112.000 utenti sono stati informati dei problemi sul sito Facebook e 526 utenti WhatsApp a partire dalle 18:00 EST.

Successivamente, la società ha riconosciuto il problema e ha informato che i servizi erano stati ripristinati. Inoltre, la società ha spiegato il motivo di questo oltraggio su Twitter.

Ecco il motivo per cui WhatsApp, Instagram e Facebook erano inattivi?

Secondo il post di Facebook su Twitter in cui l’azienda ha descritto il motivo, un cambiamento di configurazione è stato il motivo per cui i servizi non erano disponibili per alcuni utenti.

Tuttavia, da quel momento il problema è stato esaminato e risolto. La ripartizione ha interessato gli utenti di Facebook seguiti da WhatsApp e gli utenti e gli utenti di Instagram sono stati accolti con il messaggio su Facebook e Instagram

“Siamo spiacenti, ma qualcosa è andato storto. Per favore riprova.”

Inoltre, gli utenti non sono stati in grado di caricare le tempistiche di queste piattaforme.

https://twitter.com/Facebook/status/1380298264604418048?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1380298264604418048%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1380298264604418048%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Ehinds3Fttur_ftt_frequenza%5Esso_ftt_tech 2Fnews% 2Fheres-perché-whatsapp-instagram-e-facebook-ha smesso-di-funzionare-la scorsa notte-71617959656380.html

Tuttavia, non abbiamo dettagli esatti sul numero di utenti interessati dal problema la scorsa sera.

Tuttavia, era una quantità considerevole in tutto il mondo. I siti web, incluso Downdetector, tengono traccia di questa ripartizione raccogliendo rapporti sullo stato da diverse fonti, come i rapporti sugli errori inviati dagli utenti.

Molti utenti non vengono informati e non presentano alcun reclamo sull’errore e siti Web come Downdetector non considerano tali utenti. Pertanto, ci sono possibilità che un gruppo di utenti interessati sia molto più alto di quanto segnalato.

Questa è la seconda volta che Facebook insieme a tutti e tre i servizi della piattaforma ha sperimentato un interruzione in meno di un mese. Un guasto simile si è verificato il 19 marzo quando tutte le piattaforme, incluso WhatsApp, Instagrame Facebook è rimasto inattivo per più di un’ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *