in

Dopo un aumento del prezzo della GDDR6, anche i prezzi delle schede grafiche potrebbero salire

In ogni campo della vita, aspettati che le cose vadano peggio in qualsiasi momento. il mercato delle schede grafiche, ad esempio, è attualmente completamente incasinato, dove la disponibilità è diventata un sogno ei prezzi sono alle stelle. Ma un aumento previsto del prezzo della memoria GDDR6 potrebbe comportare un aumento ancora maggiore dei prezzi.

TrendForce ha dato questa triste notizia, affermando che prezzi DRAM grafiche potrebbe aumentare dall’8% al 13% nel corso dell’anno. Si tradurrebbe negli alti prezzi al dettaglio delle schede grafiche che stanno già vendendo molto al di sopra del loro prezzo consigliato.

TrendForce ha motivato lo scenario con quattro fattori principali responsabili di questi picchi di prezzo. Questi includono l’insolita domanda di schede grafiche e la carenza mondiale, i minatori di criptovalute e gli scalper che peggiorano ulteriormente la situazione.

L’altro fattore è Nvidia. Naturalmente, Team green è uno dei maggiori clienti per le aziende GDDR6 e GDDR6X. La DRAM in bundle con alcuni dei suoi fornitori di GPU dà a Nvidia la priorità rispetto ai clienti più piccoli quando si tratta di allocare la capacità di produzione. Inoltre, i produttori a contratto che creano le ultime console per Sony e Microsoft, utilizzando la memoria GDDR6 da 16 Gb, viene data priorità anche alla produzione di prodotti DRAM per server.

Il rapporto afferma: “Poiché vari prodotti competono ciascuno su capacità di produzione DRAM limitate, si prevede che i prezzi contrattuali delle DRAM grafiche subiranno un aumento in futuro. In particolare, gli OEM/ODM di medie e piccole dimensioni potrebbero dover affrontare aumenti percentuali a due cifre”.

TrendForce afferma inoltre che i tassi di adempimento per alcuni clienti di medie e piccole dimensioni sono stati di circa il 30%, descrivendo il motivo per cui i prezzi spot dei prodotti DRAM grafici erano occasionalmente alti fino al 200% rispetto ai prezzi contrattuali. Si è riscontrato che il calo del valore di alcune criptovalute ha comportato un calo dei prezzi spot dei prodotti GDDR6, ma sono stati visti circa il 100% superiori ai prezzi medi del contratto.

Una cosa meno colpita è GDDR5 senza differenza tra spot e prezzi contrattuali a causa del suo utilizzo principalmente nelle schede grafiche più vecchie come GTX 1650/1660.

AMD spera di aumentare la sua offerta di GPU nel terzo trimestre e Nvidia probabilmente seguirà la tendenza. Con i prezzi delle criptovalute in calo, a causa delle recenti decisioni di Elon Musk, possiamo anche aspettarci un piccolo miglioramento della situazione entro la fine del 2021. Ma, con un unico gigante manifatturiero, la normalità potrebbe non riprendersi fino al 2023, non è il momento giusto per costruire un nuovo PC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *