in

Cosa ci sarà nel tuo portafoglio tra 10 anni?

Proviamo a immaginare cosa accadrà nel 2031. Cosa ci sarà nel nostro portafoglio o nei nostri portafogli tra dieci anni? Questo è quello che vedo.

Prevedere il futuro non è facile. Ma, dati gli attuali sviluppi nei pagamenti, nel denaro e nelle criptovalute, si può abbozzare ciò di cui probabilmente avremo a che fare in futuro.

Il futuro dei portafogli fisici

Allora, cosa avremo nei nostri portafogli, borsette e tasche nel 2031? Penso che avremo ancora un misto di banconote e carte, ma con una svolta.

Contanti. Le banconote che abbiamo oggi saranno ancora in circolazione. Probabilmente ce ne saranno di meno, ma potresti comunque averne bisogno di tanto in tanto per effettuare pagamenti presso alcuni commercianti a bassa tecnologia o per effettuare una transazione veramente anonima.

Banconote ibride. Probabilmente porterai una banconota che si comporta esattamente come le banconote correnti ma ha la capacità di interagire con una rete elettronica.

Tali note sono attualmente in fase di sviluppo. Questa potrebbe essere una banconota intelligente che è un token fisico per una valuta digitale della banca centrale (CBDC) denominata in fiat, oppure potrebbe essere una “cryptonote” che è un token fisico per una stablecoin o un’altra criptovaluta denominata in fiat e / o criptovaluta . Forse porterai entrambi i tipi di banconote ibride.

Carta CBDC. Potresti essere in grado di evitare di tenere una banconota intelligente e invece portare una carta CBDC. Si tratta di una smart card che consente transazioni anonime offline di contanti elettronici. Il Borsa elettronica Mondex degli anni ’90 è il modello per questo sistema di pagamento basato su hardware, ma altri stanno attualmente sviluppando versioni aggiornate.

Carte di debito e di credito. Potresti ancora portare con te delle carte per accedere al tuo conto bancario oa una linea di credito. Tuttavia, penso che banche e istituti di credito vorranno eliminarli, sostituendoli con app per telefono. Nel 2031, la tua linea di credito potrebbe essere basata sulle tue partecipazioni crittografiche invece che sulla tua identità (rating del credito).

La rivoluzione del portafoglio digitale

Forse sarai in grado di abbandonare il tuo portafoglio fisico nel 2031, ma ne dubito. Poi di nuovo, potresti essere uno di quei primi utenti, utilizzando solo il tuo smartphone e le app su di esso. Avrai un’app di pagamento dominante che coordinerà tutti i tuoi diversi portafogli digitali, estraendoli da ciascuno di essi secondo necessità per effettuare il pagamento più efficiente in termini di costi.

Le criptovalute consentiranno anche la specializzazione delle valute. Alcuni saranno i migliori come depositi di valore, altri per particolari tipi di pagamenti.

Gettoni Store of Value (SOV). Alcuni token si specializzeranno nel mantenere il valore contro l’inflazione fiat o nel pagare interessi nel tempo. Tali gettoni riserva di valore verrebbero utilizzati per acquisti molto grandi, come un’auto. Prevedo fondamentalmente due tipi di token SOV:

  • Bitcoin (BTC): Penso che il consenso sia che bitcoin sarà la riserva predominante di token di valore nel tuo portafoglio digitale tra dieci anni.
  • Token non fungibili (NFT): i token SOV possono anche essere costituiti da NFT che rappresentano varie risorse come proprietà reali o virtuali, fondi negoziati elettronicamente (ETF), tra gli altri, che possono essere prontamente convertiti in una criptovaluta incentrata sui pagamenti, fiat o CBDC.

Gettoni di pagamento. Si tratta di forme di moneta digitale progettate per effettuare pagamenti. Alcuni di questi token saranno multiuso e possono essere utilizzati in qualsiasi transazione, altri saranno progettati per l’acquisto di beni e servizi specifici, mentre altri saranno i migliori per effettuare rimesse estere.

CBDC. Alcuni potrebbero considerare questi gettoni sia come riserva di valore che come gettoni di pagamento. Ma penso che i CBDC siano progettati principalmente per scopi di pagamento. Ogni portafoglio digitale avrà bisogno di questi token per effettuare acquisti o trasferimenti generali. Inoltre, i viaggiatori, i commercianti di esportazione-importazione e coloro che effettuano frequenti pagamenti esteri possono detenere più CBDC.

Gettoni bersaglio. L’idea di una valuta di destinazione viene da a Documento del 1994 di Edward de Bono. Tali valute sono molto simili ai punti. Fondamentalmente, sono valute proprietarie che i commercianti utilizzerebbero per promuovere le vendite e la fedeltà dei clienti. Per de Bono, le valute target sarebbero emesse da società private con uno sconto e potrebbero essere utilizzate per acquistare i loro prodotti in futuro.

Sarebbe come acquistare punti aerei con uno sconto quando si pianifica un viaggio futuro. De Bono prevedeva che tutte le società emettessero le proprie valute target, compresi i negozi di alimentari.

Stablecoin. Le stablecoin saranno probabilmente i cavalli di battaglia dei pagamenti futuri. Stabili nel valore e facilmente convertibili in altre valute, in particolare fiat, le stablecoin sarebbero il token di pagamento per tutti gli usi, accettato ovunque.

Gettoni di rimessa. Questi token sarebbero progettati appositamente per massimizzare la velocità e ridurre al minimo i costi quando si effettuano rimesse dall’estero. Possono correre su binari speciali, aggirando eventuali blocchi stradali nel processo di pagamento.

Token di Internet of Things (IoT). In futuro, potrebbe essere necessario disporre di gettoni speciali sul tuo smartphone che interagiscono con le macchine. Questi token Internet of Things faciliterebbero le interazioni con distributori automatici, elettrodomestici e applicazioni domestiche come i servizi di streaming.

Gestire la molteplicità delle valute

Gestire tutte queste diverse forme di valuta nei tuoi portafogli fisici e digitali discussi sopra sembra un po ‘opprimente. Tuttavia, considera questo. Alla fine del 1900, i consumatori negli Stati Uniti dovevano farlo gestire sette tipi di banconote statunitensi, di denominazione variabile da 3 centesimi a $ 10.000.

Le cose andarono anche peggio all’inizio del 1900 quando c’erano migliaia di banconote e monete diverse in circolazione. Sicuramente, nel 2031, saremo in grado di gestire la nostra molteplicità di valute con l’aiuto della tecnologia.

Disclaimer

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo di informazione generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore sulle informazioni trovate sul nostro sito Web è rigorosamente a proprio rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *