in

Cinque metriche indicano la metà di una corsa al rialzo di Bitcoin

Negli ultimi giorni, il prezzo del bitcoin si è consolidato dopo una correzione monumentale, raggiungendo il minimo locale a $ 30.000. Anche molti indicatori di analisi on-chain hanno registrato cali significativi, tornando ai livelli precedenti la corsa di quest’anno.

Nell’analisi odierna, presentiamo cinque indicatori on-chain che ora stanno registrando livelli di supporto che hanno svolto ruoli importanti nei precedenti mercati rialzisti. In questo modo, forniscono argomenti per la tesi che una correzione più profonda si verifica intorno al centro del mercato rialzista, la cui integrità rimane intatta.

Azione del prezzo del bitcoin

Il prezzo del bitcoin si è consolidato da quando ha subito una correzione monumentale il 19 maggio ed è sceso a $ 30.000. Il calo è stato un record del 53,5% per questo ciclo, misurato dal massimo storico di $ 64.895.

Grafico Bitcoin di Tradingview

Da allora, il prezzo ha rispettato l’ampia gamma di $ 43.000 – $ 30.000. Nell’ultima settimana, bitcoin si è stabilizzato, ha testato due volte il livello di resistenza di $ 40.000 e attualmente si aggira intorno al livello di $ 37.000.

Ci sono discussioni sul fatto che una correzione così profonda sia un segnale della fine della corsa al rialzo della criptovaluta, o se guardando le attuali condizioni di mercato, può essere considerata una “correzione sana” per il mercato rialzista surriscaldato.

Gli indicatori dell’analisi on-chain presentati di seguito sembrano supportare quest’ultima opzione e suggeriscono che siamo proprio nel mezzo del mercato rialzista in questo ciclo.

Tre indicatori, una storia

I primi tre indicatori on-chain a lungo termine danno segnali molto simili: Percent Supply in Profit, MVRV e Realized Profit/Loss Ratio. Tutti sono attualmente a livelli che erano cruciali da mantenere nel mezzo di entrambi i cicli precedenti: 2012-2013 e 2016-2017.

I loro grafici contengono tre caratteristiche comuni:

  1. Le correzioni dai picchi locali nel ciclo 2012-2013 hanno raggiunto il livello attuale (cerchi verdi).
  2. Le correzioni dai picchi locali nel ciclo 2016-2017 hanno raggiunto il livello attuale (cerchi verdi).
  3. Il mercato rialzista nel 2020-2021 è iniziato al livello attuale (cerchi blu).

Fornitura in profitto

Il primo indicatore è l’offerta percentuale in profitto. Questa metrica determina la percentuale di monete circolanti in profitto, cioè la percentuale di monete esistenti il ​​cui prezzo al momento dell’ultima mossa era inferiore al prezzo corrente.

Offerta percentuale in profitto / Źródło: Glassnode

Attualmente, circa il 72% dei bitcoin è in profitto rispetto al prezzo al quale sono stati acquistati. Questo valore è stato raggiunto più volte dopo il primo picco locale nel 2013. Ha anche tenuto il doppio come supporto dopo le correzioni tra maggio e agosto 2016 (cerchi verdi).

L’ultima volta che abbiamo registrato un tale valore più volte è stato durante il lungo consolidamento di tre mesi tra maggio e luglio 2020 (cerchio blu).

MVRV

Il secondo indicatore che racconta una storia simile è MVRV, che è il rapporto tra capitalizzazione di mercato e capitalizzazione realizzata. Fornisce informazioni su quando il prezzo è inferiore al suo “valore equo”, ovvero inferiore a uno.

MVRV / ródło: Glassnode

Durante la correzione corrente, l’MVRV si è avvicinato al valore di 1,8, dove è sceso durante le correzioni dei cicli precedenti (cerchi verdi). In entrambi i casi, è stato intorno alla metà del mercato rialzista, seguito da una fase di crescita esponenziale.

Anche l’attuale mercato rialzista è iniziato a questo livello quando, dopo il suddetto consolidamento trimestrale, il prezzo di BTC si è spostato verso nuovi massimi.

Profitti/perdite realizzati

Infine, il terzo esempio del nostro modello di analisi on-chain è la media di 14 giorni del rapporto profitti / perdite realizzati. È il rapporto tra tutte le monete spostate in profitto e in perdita.

Rapporto profitti / perdite realizzati / Fonte: Glassnode

Il valore attuale di questo indicatore è di circa 0,8, a significare una leggera perdita sul mercato. Il grafico a lungo termine mostra due ripetizioni rialziste di questo livello nei due cicli precedenti (cerchi verdi).

Nel ciclo 2012-2013, il primo nuovo test ha avuto luogo prima del primo picco e il secondo dopo. Nel ciclo 2016-2017, entrambi si sono verificati più o meno nel mezzo del mercato rialzista. Questo era prima della fase principale di crescita, ma anche prima della svolta del precedente ATH.

È interessante notare che, nel caso di questo indicatore, abbiamo anche avuto un nuovo test di questo livello durante la correzione BTC nel settembre 2020. È successo quando bitcoin ha convalidato la sua precedente resistenza intorno a $ 10.000 come supporto.

Argomenti aggiuntivi: RHODL e Puell Multiple

Altri due indicatori di analisi on-chain possono rafforzare la nostra narrativa sulla metà dell’attuale mercato rialzista. Il primo è il rapporto HODL realizzato. Utilizza un rapporto Realized Cap HODL Waves e aiuta a indicare un mercato surriscaldato e possibili picchi macro.

Razione HODL realizzata / Fonte: Glassnode

Il valore attuale di questo indicatore oscilla intorno a 10.000. Il grafico sinusoidale è molto simile al movimento dalla metà del ciclo 2012-2013 (cerchio verde). Dove, dopo un forte aumento, abbiamo avuto un consolidamento esteso.

Questa regione è stata significativa anche nell’ultima fase del ciclo 2016-2017 (cerchio blu). Tuttavia, la sua svolta ha portato rapidamente all’ultima fase del mercato rialzista.

Infine, l’ultimo elemento dell’analisi on-chain che fornisce argomenti per la metà della corsa corrente è il famoso Puell Multiple. Viene calcolato dividendo il valore dell’emissione giornaliera di bitcoin per la media mobile a 365 giorni del valore dell’emissione giornaliera.

Questo indicatore ha aiutato a determinare i precedenti macro massimi per bitcoin che si sono verificati quando Puell Multiple ha raggiunto la regione rossa sopra 4. Oggi, il suo valore è solo 1,1 ed è sceso ai livelli di fine 2020.

Multiplo Puell / Fonte: Glassnode

È interessante notare che nel ciclo 2012-2013 non abbiamo raggiunto un livello così basso dopo il primo picco. Tuttavia, quattro anni dopo, quest’area si è rivelata importante due volte.

Per di più, nel 2016 è stata addirittura persa una volta per diversi mesi e poi riguadagnata. Tuttavia, è stato nuovamente registrato intorno alla metà del ciclo e il suo nuovo test ha consentito un valore BTC molto più alto al picco del mercato rialzista.

Conclusione

Nell’analisi di cui sopra, abbiamo presentato cinque indicatori a lungo termine dell’analisi on-chain. Forniscono tutti argomenti a favore della tesi secondo cui la correzione del bitcoin in corso avviene circa a metà dell’attuale mercato rialzista.

Se questi livelli vengono mantenuti – come nei cicli 2012-2013 e 2016-2017 – i prossimi mesi potrebbero portare una forte continuazione della corsa e un viaggio verso nuovi massimi storici per BTC.

Per l’ultima analisi di Bitcoin (BTC) di BeInCrypto, fai clic qui.

Disclaimer

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito Web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore sulle informazioni trovate sul nostro sito Web è rigorosamente a proprio rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *