in

Charles Hoskinson di Cardano evidenzia lo scenario peggiore per i mercati

L’orologio della cripto-regolamentazione negli Stati Uniti ticchetta e, poiché lo spazio delle risorse digitali cerca di sostituire il settore finanziario tradizionale, è afflitto da una serie di sfide. I leader del settore sono impegnati a fare pressioni e cercare di ottenere un po ‘di chiarezza normativa.

Parlando di recente su linee simili, Charles Hoskinson, co-fondatore di IOHK, con fermezza affermato,

“Noi come azienda faremo di tutto per interfacciarci con le autorità di regolamentazione e fare pressioni contro le” cattive “normative”.

Evidenziando lo scenario peggiore, che aveva la possibilità di trasformarsi in realtà, ha detto,

“Sarebbe l’evoluzione di un sistema in cui tutto è centralizzato e un’istituzione finanziaria regolamentata deve controllare i tuoi soldi e la tua autonomia. Questo avrebbe uno dei risultati più dannosi e catastroficamente terribili per il nostro settore, e c’è una possibilità che ciò accada “.

Charles Gasparino di Fox Business in un recente tweet sottolineato che i dirigenti di Wall Street vicini all’amministrazione Biden hanno detto che il vice segretario Wally Adeyemo avrebbe svolto un ruolo fondamentale in qualunque regolamentazione il segretario Yellen spinga.

Le legislazioni negli Stati Uniti non arrivano senza essere state provocate. Il “cattivo comportamento”, sotto forma di manipolazione del mercato, scambi instabili e offerte interne, è prevalente nel settore delle criptovalute da molto tempo. Facendo luce sullo stesso, Hoskinson ha detto,

“La legislazione quando arriverà, nella sua primissima sensazione, non sarà molto favorevole e faremo pressioni pubbliche contro le normative che sono controproducenti per l’innovazione e per l’industria nel suo insieme”.

Gli asset oggi vengono creati con prezzi artificialmente alti. Con i nuovi regolamenti, sarebbero visti sotto una lente diversa. Hoskinson ha affermato che il meglio che potevano fare era creare una cassetta degli attrezzi migliore per la conformità e continuare a fare pressioni affinché il settore prosperasse.

Era fiducioso che anche se fosse stata imposta una regolamentazione controproducente, l’ecosistema crittografico sarebbe stato abbastanza grande da continuare a funzionare. Ha aggiunto,

Penso che troveremo un modo per uscirne e come facciamo sempre. L’unica cosa che penso che una cattiva regolamentazione farebbe è danneggiare il mio paese e la nostra economia, e non danneggiare la crittografia a lungo termine “.

L’industria delle criptovalute è stata costruita da qualcuno che aveva paura del governo e dei suoi regolamenti. Sottolineando lo stesso ha aggiunto,

“Quando le normative diventano arcane, agli incumbent piace perché sanno già come conformarsi e impedisce alle start up di poter entrare nel loro spazio. Quindi, crea una barriera normativa e i professionisti lo adorano perché possono guadagnare milioni di dollari aiutando le aziende a rimanere e rispettare tali normative “.

Hoskinson ha concluso affermando che i nuovi regolamenti sarebbero qualcosa di “grande da discutere” e l’intero settore ne sarebbe coinvolto. Egli ha detto:

“Credo che la regolamentazione stia arrivando. La mia convinzione è che arriverà quest’anno. Non credo che nessuna regolamentazione statunitense alla fine ucciderà le criptovalute. Sono qui per restare e alla fine avranno successo. “


Iscriviti al nostro Newsletter


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *