in

Binance Charity annuncia la prima donazione di criptovalute all’UNICEF

Binance Charity ha annunciato quella che è la prima donazione di criptovaluta all’UNICEF per aiutare con la sua operazione di approvvigionamento e fornitura di vaccini. L’UNICEF è il più grande acquirente di vaccini al mondo e ha l’esperienza nell’approvvigionamento e nella logistica per aiutare i bambini bisognosi. Binance, con la sua donazione di criptovaluta da 1 milione di dollari all’organizzazione, sosterrà il suo ruolo di partner chiave per la consegna della struttura COVAX, con l’obiettivo di garantire un accesso equo globale ai vaccini COIVD-19.

L’annuncio ufficiale condiviso con AMBCrypto ha osservato,

“Come primo pilastro del Piano di ripresa post-COVID di Binance Charity, il finanziamento sosterrà il ruolo dell’UNICEF nell’aiutare a fornire vaccini COVID-19 alle comunità in 11 paesi entro la fine del 2021: Ghana, Nigeria, Kenya, Uganda, Egitto, Indonesia , Filippine, Vietnam, Bangladesh, Ucraina e Brasile “.

Binance lavora con l’UNICEF da molto tempo ormai e come parte della sua partnership in corso, questo contributo aiuterebbe a coprire i costi per fornire oltre 500.000 dosi di vaccini COVID-19 nei paesi a basso e medio reddito.

L’UNICEF mira a rendere disponibili 2 miliardi di vaccini entro la fine dell’anno in corso. Binance Charity ha già raccolto 5 milioni di dollari e ha anche donato 2 milioni di DPI a 26 paesi. Helen Hai, Responsabile di Binance Charity, ha osservato,

“I progressi compiuti da alcuni paesi nell’introduzione dei vaccini sono stati enormemente impressionanti, ma vogliamo assicurarci che nessuno venga lasciato indietro. Siamo orgogliosi di supportare l’UNICEF nella consegna dei vaccini, che giocherà un ruolo importante nel riavere la vita di tutti. Questa partnership è a sostegno di un mondo che garantisce che i vaccini siano prontamente disponibili per tutti, in modo che possiamo porre fine alla pandemia insieme “.

Il braccio filantropico di Binance ha fornito assistenza finanziaria, insieme alla sua infrastruttura blockchain, all’UNICEF. All’inizio del 2020, si era unito all’UNICEF riabilitare Beirut dopo l’esplosione che ha devastato molte vite.

Tuttavia, Binance Charity non è l’unico che offre aiuto con le criptovalute. All’inizio di questo mese, Huobi Charity promesso $ 1 milione di Bitcoin e valuta fiat al Crypto Fund dell’UNICEF. Questo è stato il primo impegno istituzionale di Bitcoin per l’organizzazione.

Quindi, sembrerebbe che le cripto-imprese abbiano molta concorrenza attiva, anche nei settori della beneficenza e della filantropia.


Iscriviti al nostro Newsletter


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *