in

AssistiveTouch: guarda questa nuova tecnologia futuristica in arrivo su Apple Watch

Mercoledì, Apple ha rivelato le prime funzionalità di iOS 15: nuove funzionalità di accessibilità che semplificano l’interazione con i prodotti. Nella prossima presentazione di iOS 15 e iPadOS 15 del keynote del WWDC 2021, le nuove funzionalità di accessibilità sarebbero il segmento migliore. Apple intende celebrare il Global Accessibility Awareness Day (20 maggio) con questo annuncio. AssistiveTouch è la nuova tecnologia futuristica in arrivo su Apple Watch

Una delle tante nuove funzionalità di accessibilità che Apple ha implementato è la nuova Tocco assistito funzionalità per Apple Watch. Il dispositivo indossabile utilizzerà i dati di sensori come un accelerometro, un giroscopio e un sensore di frequenza cardiaca, combinati con l’apprendimento automatico sul dispositivo per tradurre i gesti delle mani in azioni sullo schermo. La funzione consente agli utenti con mobilità ridotta che non sono in grado di toccare il display dell’orologio di interagire con il dispositivo. Tuttavia, questa funzione di lettura del pensiero è molto più che accessibile per Apple. Sembra che la tecnologia fantascientifica sia stata recentemente dimostrata da Facebook per interagire con dispositivi intelligenti come i visori di realtà virtuale (VR).

Tocco assistito per Apple Watch si rivolge a un utente particolare, con mobilità ridotta e con problemi agli arti superiori. Secondo Apple, la tecnologia funziona come segue:

“Utilizzando sensori di movimento integrati come il giroscopio e l’accelerometro, insieme al sensore ottico della frequenza cardiaca e all’apprendimento automatico sul dispositivo, Apple Watch è in grado di rilevare sottili differenze nel movimento muscolare e nell’attività dei tendini, consentendo agli utenti di navigare con il cursore sul display attraverso una serie di gesti delle mani, come un pizzico o una stretta. AssistiveTouch su Apple Watch consente ai clienti che presentano differenze tra gli arti di rispondere più facilmente alle chiamate in arrivo, controllare un puntatore di movimento sullo schermo e accedere al Centro notifiche, al Centro di controllo e altro ancora “.

Il video che Apple ha condiviso nel comunicato stampa ha condiviso tutti i gesti delle mani che il dispositivo indossabile può rilevare.

Due mesi fa, Facebook ha mostrato una tecnologia simile che utilizza dispositivi indossabili sui polsi e interpreta i comandi neurali del cervello che produrrebbero molti gesti delle mani. Quei gesti delle mani sarebbero quindi trasformati in azioni sullo schermo virtuale di un visore VR. Azioni come la navigazione nei menu, l’interazione con gli elementi dell’interfaccia utente o la digitazione su una tastiera, sarebbero tutte facilmente possibili poiché il dispositivo indossabile interpreta i gesti dell’utente e li traduce in azioni sul display.

“Hai più cervello dedicato al controllo del polso rispetto a qualsiasi altra parte del tuo corpo, probabilmente il doppio dei neuroni che controllano il polso e il movimento delle tue mani rispetto a quanto è dedicato alla bocca per l’alimentazione e la parola”, Facebook Reality Labs TR Reardon ha detto durante il briefing di metà marzo.

A quel tempo, il CTO di Facebook Mike Schroepfer ha ammesso che “è difficile prevedere” la tempistica di implementazione commerciale del concetto di dispositivo indossabile. “Il modo in cui queste cose si susseguono sul mercato quando si presentano – sono cose a cui non ho risposte precise. Ciò su cui ci concentriamo è rafforzare queste tecnologie “, ha detto all’epoca.

A differenza di Facebook, Apple ha già un potente wearable al suo attivo. L’Apple Watch è il dispositivo indossabile più popolare al mondo e Apple potrebbe utilizzare le sue funzionalità di “lettura del pensiero” per portare lo stesso tipo di esperienza utente di Minority Report che Facebook sta immaginando nei futuri prodotti Apple.

Tuttavia, il concetto di Facebook prevede che l’utente indossi due dispositivi da polso. Il gadget VR attiverà gesti di azione da entrambe le mani. Supponendo che Apple stia già lottando per trasformare l’Apple Watch in un gadget che sarà utile per migliorare le esperienze AR e VR. Si ipotizza che Apple possa sempre sviluppare un accessorio secondario simile a un orologio ricco di sensori per il secondo polso.

Sicuramente, AssistiveTouch su Apple Watch verrà rilasciato entro la fine dell’anno, molto probabilmente ben prima che Facebook distribuisca qualsiasi accessorio indossabile “che legge la mente” per le esperienze di Oculus VR. La presentazione di Facebook di metà marzo segue di seguito, descrivendo come dovrebbe funzionare la sua tecnologia di lettura del pensiero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *