in

Android 12 ti consentirà di annunci stupidi: ecco come

Come tutti ci aspettiamo che Android 12 sia dotato di molte nuove funzionalità relative alla privacy per gli smartphone. Queste funzionalità rispettose della privacy possono disabilitare l’accesso delle app a fotocamera e microfono, la notifica di accesso agli appunti e l’ultima dashboard delle impostazioni. Tuttavia, attualmente, secondo l’ultimo rapporto, il successore di Android 11 farà molto di più. Renderà gli utenti in grado di rendere stupidi gli annunci.

Gli sviluppatori possono accedere all’ID pubblicità da Google Play servizi che possono utilizzare per monetizzare le loro applicazioni. Rende gli utenti in grado di fornire un migliore controllo sui propri dati consentendo agli sviluppatori di terze parti di monetizzare le proprie applicazioni utilizzando un sistema convenzionale. Inoltre, consente agli utenti di reimpostare il proprio identificatore o disattivare gli annunci personalizzati all’interno delle applicazioni Google Play.

Google ha intenzione di cambiarlo con Android 12. La società ha scritto sulla sua pagina di supporto tramite un aggiornamento che rimuoverà l’ID pubblicità quando un utente rinuncia alla personalizzazione utilizzando l’ID pubblicità nelle Impostazioni Android.

Secondo Google,

“Qualsiasi tentativo di accedere all’identificatore riceverà una stringa di zeri invece dell’identificatore. Per aiutare gli sviluppatori e i fornitori di servizi di annunci/analisi con gli sforzi di conformità e rispettare la scelta dell’utente, saranno in grado di ricevere notifiche per le preferenze di rinuncia”.

Google ha inoltre affermato che le applicazioni destinate ad Android 12 dovranno dichiarare i servizi di Google Play una regolare approvazione nel file manifest.

Ciò indica che quando l’azienda rilascerà gli utenti di Android 12 che rinunciano ad avere un ID pubblicitario impediranno di ricevere annunci personalizzati in base alle loro preferenze. Sebbene gli utenti non siano in grado di evitare tutti gli annunci per il bene, saranno certamente in grado di renderli meno invadenti e quindi stupidi.

Ora parliamo della disponibilità di questa funzione, secondo la dichiarazione dell’azienda, questa funzione uscirà in fasi che indicano che all’inizio determinati utenti avranno accesso a questi utenti e gli altri lo otterranno nella seconda fase.

Entro la fine dell’anno, la società lancerà questa funzionalità prima su Android in esecuzione Android 12 dispositivi. Tuttavia, Google si estenderà alle applicazioni che supportano Google Play il prossimo anno.

Google ha inoltre affermato nel suo post,

“Questa implementazione graduale dei servizi di Google Play interesserà le app in esecuzione su dispositivi Android 12 a partire dalla fine del 2021 e si espanderà per interessare le app in esecuzione su dispositivi che supportano Google Play all’inizio del 2022. A luglio, forniremo una soluzione alternativa per supportare casi d’uso essenziali come come analisi e prevenzione delle frodi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *